Ambiente e territorio

Ambiente Reggio. Rai3 denuncia fanghi contaminati a Fabbrico, Galli (Fi): “Regione verifichi rischi per la salute”

Dopo la puntata di “Indovina chi viene a cena”, il consigliere azzurro chiede in un’interrogazione di effettuare controlli attraverso l’Arpae sui gessi utilizzati come fertilizzanti per le coltivazioni.

Dopo la puntata del programma di Rai 3 “Indovina chi viene a cena”, Andrea Galli di Forza Italia porta l’attenzione sui potenziali rischi sanitari derivanti dall’utilizzo dei fanghi di depurazione in agricoltura. Tra le località citate nella trasmissione televisiva infatti c’è anche Fabbrico, in provincia di Reggio Emilia, dove diversi cittadini hanno segnalato anomalie e odori molto acri provenienti dai fertilizzanti utilizzati. Il consigliere Fi ha presentato dunque un’interrogazione per chiedere alla giunta di “avviare verifiche, attraverso l’Arpae, in relazione all’utilizzo dei gessi di defecazione come fertilizzante per le coltivazioni”.

La trasmissione del servizio pubblico si è focalizzata sull’impiego dei concimi cosiddetti “gessi di defecazione” prodotti dal processo di depurazione delle acque civili e industriali ai quali possono essere mescolati altre tipologie di rifiuti trattati. “Secondo la normativa vigente- spiega il consigliere azzurro- sarebbe sufficiente trattare questi rifiuti con calce, acido solforico e solfato al fine di trasformarli in fertilizzanti. Stando alle testimonianze raccolte tra gli agricoltori, tali gessi avrebbero un odore molto acre e ben diverso da quello degli altri fanghi normalmente impiegati come fertilizzante”. Tra le criticità evidenziate nel servizio, il fatto che le Agenzie regionali dell’Ambiente preposte possano effettuare controlli solo dentro gli impianti di produzione dei gessi ma non quando i gessi stessi vengono effettivamente sparsi nei campi. La norma infatti pare non imporre la comunicazione preventiva del luogo o dei luoghi di spargimento di tali fertilizzanti.

Alla luce di ciò Galli interroga la giunta per sapere se sia a conoscenza dei fatti esposti e quale giudizio ne dia. Chiede inoltre di avviare “verifiche di competenza, attraverso l’Arpae, in relazione all’utilizzo dei gessi di defecazione come fertilizzante per le coltivazioni con riguardo al processo di depurazione dei fanghi stessi e ai possibili rischi sanitari derivanti dal loro impiego”. Il consigliere Fi chiede inoltre se siano disponibili dati in relazione a eventuali verifiche già effettuate da Arpae e “se intenda intervenire, dal punto di vista normativo, per risolvere le criticità in relazione ai controlli sull’impiego dei gessi di cui in premessa”. Invita la giunta inoltre ad attivarsi, anche presso il Ministero della Salute, “affinché lo stesso promuova una eventuale indagine epidemiologica per approfondire la tematica connessa a potenziali rischi sanitari nelle aree citate nel servizio o in altre aree ritenute da attenzionare”.

(Giulia Paltrinieri)

Ambiente e territorio