Area: Bologna

15 ottobre 2015

Per i servizi maternità-infanzia anche 20 milioni tra Modena e Bologna. Opposizioni critiche, Fdi-An non partecipa al voto: “Troppi dubbi sulle modalità, si stanziano 65 milioni con una delibera prima dell’assestamento”. Pd: “Interventi noti e necessari ai territori”

14 ottobre 2015

La rassegna sotto le Due Torri dal 17 al 25 ottobre, quando verrà assegnato al Premio Nobel per la Pace, Shirin Ebadi, il Premio ispirato a conCittadini, il percorso di partecipazione e cittadinanza attiva promosso dall’Assemblea legislativa regionale. Filo conduttore della rassegna saranno i diritti umani

13 ottobre 2015

Invece degli spettacoli sarà realizzata una video fiction. Dal Provveditorato alle opere pubbliche impegno a trovare soluzione per il 2016: possibile anche la ristrutturazione di spazi diversi, più idonei

12 ottobre 2015

Interrogazione alla Giunta dopo “una recente riunione con l’assessore regionale ai Trasporti e i sindaci dei Comuni coinvolti, che avrebbero espresso molti dubbi”. Di qui la richiesta della consigliera alla Regione “di abbandonare definitivamente” la realizzazione dell’opera

12 ottobre 2015

La cerimonia si terrà martedì 13 ottobre nel giardino di viale Lenin, alle ore 15.30, dove si trova il monumento celebrativo

8 ottobre 2015

Parere positivo della commissione Cultura, riunitasi nella sede dell’Istituto regionale per i beni artistici, culturali e naturali, a Bologna. Foti (Fdi-An): “Potenziare la fruibilità del materiale bibliotecario nelle zone montane e collinari”. Zucchini (Ibc): “Nel Psr un milione di euro per potenziare i servizi tecnologici delle biblioteche, dei musei e degli archivi situati in montagna”

8 ottobre 2015

“L’Ibc sia coinvolto nella pianificazione territoriale per la conservazione dei beni artistici e il contrasto al consumo di suolo”. A Bologna, i consiglieri regionali anche alla splendida biblioteca dell’Istituto, nello storico Palazzo Leoni, dove si trovano affreschi sull’Eneide risalenti al Cinquecento

8 ottobre 2015

Interrogazione alla Giunta sul futuro dell’Azienda sanitaria dopo le recenti dimissioni del direttore generale e “l’annuncio della costituzione di una unica conferenza socio-sanitaria su base metropolitana”

7 ottobre 2015

In una interrogazione alla Giunta, la consigliera parla di “dinamiche del tutto oscure” che hanno portato alla nomina di una sola figura di garanzia, peraltro “non consultata in sede di valutazione dei rischi per identificare, programmare, realizzare e verificare le procedure per la prevenzione, nella designazione dell’addetto al primo soccorso, dell’addetto antincendio e degli addetti alle emergenze”