Area: Parma

25 gennaio 2016


wp booster error:
td_api_base::mark_used_on_page : a component with the ID: td_324x160 is not set.

Sotto la lente del consigliere, che ha presentato una interrogazione alla Giunta, “professionisti di prima fascia che avrebbero rinunciato all’apicalità, ma non al relativo trattamento economico, che percepirebbero grazie al programma loro affidato”

25 gennaio 2016

In una interrogazione alla Giunta, il consigliere ricorda che la norma obbliga gli enti pubblici a non assegnare incarichi dirigenziali a condannati, anche con sentenza non definitiva, per reati contro la Pubblica amministrazione

14 gennaio 2016

In rappresentanza dell’Assemblea legislativa. L’iniziativa prevista venerdì 15 gennaio alle 17.30 al complesso WoPa Temporary di via Palermo

8 gennaio 2016

Il consigliere vuole sapere anche se corrisponda al vero che Iren ha continuato a conferire rifiuti speciali extra provinciali nel termovalorizzatore di Parma per raggiungere il limite delle 130.000 tonnellate all’anno, nonostante la diffida della Provincia

5 gennaio 2016

La realizzazione o meno dell’infrastruttura, scrive il consigliere, ha una certa rilevanza soprattutto per quanto riguarda i diversi possibili collegamenti, con evidenti benefici per i territori limitrofi, in particolare quelli delle provincie di Piacenza, Parma e Reggio Emilia

28 dicembre 2015

Il consigliere, in una interrogazione alla Giunta, chiede quali siano le ditte che hanno l’appalto per la concessione dei distributori automatici di bevande nelle strutture ospedaliere dove l’acqua non sarebbe fornita nel corso dei pasti

23 dicembre 2015

Interrogazione alla Giunta. Secondo il consigliere, “la situazione è estremamente grave e rischia di peggiorare con il passare delle settimane”: la proposta è allora di “sostenere le relative società di gestione, prevedendo la sospensione dei pagamenti di imposte e contributi regionali”

23 dicembre 2015

In una risoluzione presentata all’Assemblea legislativa, i consiglieri Bertani (1^ firmatario), Sassi, Sensoli, Gibertoni, sottolineano il fatto che i produttori temono “la linea d’azione suggerita dalla Commissione europea, lungi dal portare ad una maggiore semplificazione delle norme, avrebbe come unica e deleteria conseguenza la liberalizzazione dell’utilizzo dei vitigni”

17 dicembre 2015

Venerdì 18 dicembre, alle 18, alla sala Antolini del Palazzo vescovile, in piazza Duomo