Area: Piacenza e Ponente

16 settembre 2015

In una interrogazione alla Giunta, il consigliere sottolinea come sia “in discussione la capacità della Società di creare una azienda industrialmente capace di rispondere ai bisogni dei cittadini”

15 settembre 2015

Interrogazione alla Giunta per chiedere, fra l’altro: “L’elenco dei ponti, stradali e ferroviari, l’anno di realizzazione, gli interventi di manutenzione straordinaria, eventuali ampliamenti, limitazioni di capacità e tipologia dei flussi”

15 settembre 2015

Integrazione dell’ordine del giorno, che prevede anche l’esame dei progetti di legge sulla modifica della normativa regionale sui rifiuti urbani. Diretta streaming su www.assemblea.emr.it

15 settembre 2015

Dalla ‘Bilancio’ via libera al rendiconto 2014 dell’Agenzia regionale di protezione civile. Foti (Fdi-An): “Priorità a interventi strutturali di prevenzione idrogeologica nella montagna piacentina”. Cardinali (Pd): “Cordoglio per vittime e solidarietà a cittadini colpiti, velocizzare gli impegni di spesa”. Bargi (Ln): “Pochi i fondi liquidati per l’acquisizione di beni finalizzati alla gestione delle emergenze”

15 settembre 2015

Interrogazione alla Giunta per chiedere anche di “rivedere la normativa regionale sulle attività estrattive in aree del demanio idrico: abbiamo già presentato il progetto di legge”

15 settembre 2015

In una interrogazione alla Giunta, il consigliere ricorda che si tratta di un impianto classificato come “industria insalubre di prima classe” e che l’alluvione di questi giorni “non ha risparmiato l’area nella quale dovrebbe sorgere”

15 settembre 2015

Risoluzione all’Assemblea legislativa: “Le province di Piacenza, Lodi e Cremona (che assieme rappresentano una popolazione di quasi 900.000 persone) verrebbero private oltre che della Prefettura, anche della Questura e del Comando provinciale dei vigili del fuoco”

15 settembre 2015

Interrogazione alla Giunta su quanto successo nelle frazioni di Roncaglia e Borghetto: “Ritardi nell’allertare la popolazione” e sugli argini “mancato intervento di Aipo”

14 settembre 2015

In una interpellanza alla Giunta, l’elenco dei danni causati dalla esondazione dei torrenti Nure e Trebbia: “Frazioni isolate, varie infrastrutture viarie impraticabili o compromesse, alcuni ponti stradali crollati e i locali che ospitano attività produttive, case, negozi e cantine crollati o gravemente compromessi”