Area: San Lazzaro e pianura est

25 settembre 2015


wp booster error:
td_api_base::mark_used_on_page : a component with the ID: td_324x160 is not set.

Nel testo si legge di oltre 650 chilometri suddivisi in 27 linee non utilizzate. Di qui, la richiesta di realizzare uno studio sulla possibilità di recupero, attivando collaborazioni con le Università e altri soggetti pubblici e privati

25 settembre 2015

All’ordine del giorno anche l’elezione del presidente e dei due vicepresidenti della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo e due richieste di referendum abrogativi proposti dal Gruppo M5s, in materia ambientale, in particolare sul tema dei permessi di prospezione, di ricerca e delle concessioni di coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi nella terraferma, nel mare territoriale e nella piattaforma continentale

15 settembre 2015

In commissione Bilancio, riunita in sede consultiva, sì del Pd e no delle opposizioni al progetto di legge di Giunta che introduce il concetto di “economia circolare”

11 settembre 2015

Dopo alcune “discrasie negli elenchi regionali relativi ai beneficiari” riportate dalla stampa, in una interrogazione, il consigliere chiede “spiegazioni” alla Giunta, “al fine di sgombrare il campo da ogni possibile illazione, e ciò sia per elementari ragioni di trasparenza, sia per evitare che possa insinuarsi il dubbio del ricorso a procedure anomale e comunque scorrette”

10 settembre 2015

In commissione Territorio confronto sul progetto di legge di riforma che punta verso “l’economia circolare”: “E’ una rivoluzione” – “Manca il Piano rifiuti”

10 settembre 2015

Il Garante Fadiga: “L’Emilia-Romagna può essere pilota nell’integrazione dei dati”. Il procuratore presso il Tribunale per i minorenni, Pastore: “Importante tappa per promuovere la loro tutela”. 2.572 i ragazzi accolti, il maggior numero nelle province di Bologna, Modena e Forlì-Cesena

9 settembre 2015

Interrogazione alla Giunta: “In sanità si intrecciano con sorprendente facilità veri e propri episodi di malaffare con aspetti di cattiva gestione, talvolta favoriti dalla carenza dei sistemi di controllo. La Regione estenda le verifiche”

7 settembre 2015

In una interrogazione alla Giunta, il consigliere scrive che la struttura “potrebbe vedersi depotenziata la lungodegenza, perdere il servizio di riabilitazione e la possibilità di fare esami cardiologici e di radioterapia, esami del sangue e delle urine e certificati di abilitazione allo sport e al lavoro”

4 settembre 2015

Piccinini, nell’interrogazione, sottolinea che la maggioranza della popolazione che accede a prestazioni ortopediche è anziana, affetta da multi patologie, con difficoltà motorie e talvolta senza nessun sostegno sociale e non in grado, quindi, di spostarsi presso altri presidi ospedalieri