Governo locale e legalità

Autonomia, pdl Lega Nord (abbinato a M5s) testo base per modifica Statuto Assemblea su referendum consultivi

Commissione Bilancio accorpa l’iniziativa del Carroccio con quella del Movimento 5 stelle. Il leghista Fabbri nominato relatore

I nove consiglieri del gruppo Lega al completo
Tre quinti del gruppo M5s: Andrea Bertani, al centro, tra Gianluca Sassi e Giulia Gibertoni

La commissione Bilancio, affari generali e istituzionali, presieduta da Massimiliano Pompignoli, ha dato il via libera all’abbinamento dei due progetti di legge, uno del M5s (primo firmatario Andrea Bertani) e uno della Ln (primo firmatario Alan Fabbri), finalizzati a introdurre una modifica dello Statuto della Regione che consenta anche all’Assemblea legislativa, con maggioranza qualificata, di indire referendum consultivi. Testo base è stato scelto quello depositato dalla Lega Nord e Alan Fabbri, primo proponente, ne è stato nominato relatore.

I due progetti di legge di modifica statutaria sono stati presentati nel luglio scorso in occasione dell’annuncio, da parte del presidente Bonaccini, dell’avvio del percorso, previsto dalla Costituzione, che consente l’attribuzione alle Regioni con i conti in ordine, come l’Emilia-Romagna, “di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia attraverso una legge dello Stato approvata a maggioranza assoluta, sulla base di un’intesa con il Governo”.

Silvia Piccinini (M5s) in piedi con accanto la capogruppo Raffaella Sensoli

Secondo i consiglieri 5stelle e leghisti, la legittimazione per potenziare l’autonomia della nostra Regione non può che passare attraverso un referendum consultivo e solo in caso di esito positivo, grazie al manifesto consenso dei cittadini, il presidente Bonaccini avrà piena forza politica e istituzionale per chiedere allo Stato l’attribuzione di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, con il trasferimento delle relative risorse.

Oltre a Fabbri hanno sottoscritto il progetto di legge della Ln i consiglieri Daniele Marchetti, Andrea Liverani, Fabio Rainieri, Stefano Bargi, Gabriele Delmonte, Marco Pettazzoni, Massimiliano Pompignoli e Matteo Rancan.

Oltre a Bertani hanno firmato la proposta legislativa del M5s i consiglieri Giulia Gibertoni, Silvia Piccinini, Gian Luca Sassi e Raffaella Sensoli.

(Luca Govoni)

Governo locale e legalità