Ambiente e territorio

Caccia Bologna. Bignami (Fi): “Annullare concessione relativa a gestione Azienda ‘Monte San Giovanni’”

Il consigliere, in un’interrogazione, chiede inoltre spiegazioni sui lavori recentemente eseguiti nei terreni del consorzio (apertura di strade carrabili, allargamento di sentieri pedonali, taglio di piante e alberi)

“Per quale motivo non è stata rinnovata la concessione al gestore dell’Azienda faunistico-venatoria ‘Monte San Giovanni’ (nel comune bolognese di Vergato), di cui era gerente fin dal 1980, nonostante risulterebbero sussistere tutti i requisiti necessari?”. A chiederlo, in un’interrogazione rivolta alla Giunta, è Galeazzo Bignami di Forza Italia.

L’autorizzazione, spiega il consigliere, “è invece stata rilasciata a un soggetto che non risulterebbe possedere i requisiti necessari, in quanto parrebbe non legittimato all’esercizio dei poteri di rappresentanza del consorzio e, inoltre, non avrebbe presentato la domanda entro i termini previsti”. Il regolamento del consorzio dei proprietari terreni, istituito nel 1940, rimarca poi il capogruppo di Forza Italia, “prevederebbe il rinnovo tacito di nove anni in nove anni, salvo la disdetta da notificarsi entro l’anno antecedente alla scadenza della convenzione al gerente del consorzio stesso, da parte di almeno i due terzi dei consorziati, circostanza che parrebbe non essersi verificata”. Il consigliere chiede quindi l’annullamento della determinazione che ha stabilito il cambio di gestione.

Bignami, nell’atto, chiede inoltre all’esecutivo regionale spiegazioni sui lavori recentemente eseguiti nei terreni del consorzio (apertura di strade carrabili, allargamento di sentieri pedonali, taglio di piante e alberi), “senza l’autorizzazione dei proprietari”.

(Cristian Casali)

Ambiente e territorio