COMUNICATO
Ambiente e territorio

Ambiente. Sì al nuovo regolamento sulla pesca. Rontini (Pd): “Si rispettino i territori”, Foti (Fdi-An) scettico su Atp

Approvata anche risoluzione Pd per togliere le anguille europee dall’elenco delle specie autoctone protette per le quali è vietata la pesca nei siti di Rete Natura 2000

La commissione Cultura, scuola, formazione e lavoro, presieduta da Giuseppe Paruolo, ha dato parere positivo (con il voto favorevole di Pd, contrario di Fdi-An e Forza Italia, astenuti Lega Nord e M5s) allo schema di regolamento regionale in materia di tutela della fauna ittica e dell’ecosistema acquatico e di disciplina della pesca e dell’acquacoltura.

Un regolamento su cui la consigliera del Pd Manuela Rontini ha chiesto “di rispettare le peculiarità dei territori, spendendo energie non per contrastare la pesca sportiva ma il bracconaggio”. E ha sollevato la questione della pesca delle acquadelle, chiedendo chiarimenti sul “perché si va a inserire una misura che riguarda questo settore”.

“Non credo che tutte le associazioni di pesca siano concordi con questo regolamento”, interviene Tommaso Foti (Fdi-An) presentando un articolo del quotidiano Libertà con le rimostranze dei “40mila pescatori del territorio piacentino”. Il consigliere è critico soprattutto riguardo all’idea di introdurre gli Atp (Ambiti territoriali protetti) e sulle metodologie di autogestione dei pescatori. Ma, come viene precisato dai tecnici in commissione, gli interventi in questa prima fase riguarderanno solo porzioni di canali o affluenti, “misure sperimentali per contrastare il bracconaggio”.

Al parere sul regolamento, è stata aggiunta la risoluzione a firma dei consiglieri Pd Marcella Zappaterra (prima firmataria), Katia Tarasconi e Paolo Calvano per modificare il regolamento regionale dove si chiede di togliere il riferimento delle anguille europee dall’elenco delle specie autoctone protette per le quali è vietata la pesca nei siti di Rete Natura 2000. “Le anguille europee sono presenti proprio in quelle zone umide del Parco del Delta,” spiega Zappaterra, “vorremmo che venga lasciata agli enti gestori la facoltà di decidere se vietare o meno la pesca”. La risoluzione viene approvata da Pd, mentre M5s, Fi, Fdi-An e Ln si astengono (Marco Pettazzoni ha chiesto di approfondire la questione).

(Margherita Giacchi, Francesca Mezzadri)

Ambiente e territorio