COMUNICATO
Sanità e welfare

Sanità Reggio. Ausl, Sensoli (M5s): prestazioni aggiuntive pagate ogni sei mesi

La consigliera sottolinea inoltre altre difficoltà organizzative sul portale del dipendente per i lavoratori dell’Azienda Usl di Reggio Emilia

Una variazione dei termini temporali di pagamento di prestazioni aggiuntive al personale disposta senza alcuna comunicazione preventiva dall’Azienda sanitaria locale di Reggio Emilia. Sulla questione è intervenuta con un’interrogazione Raffaella Sensoli (M5s) che ha chiesto alla Regione se questa scelta dei vertici aziendali di passare dal pagamento mensile a quello semestrale sia operativa.

“La modifica- sottolinea Sensoli- avrebbe gravi ricadute sui bilanci familiari dei professionisti, in quanto non è la stessa cosa avere 100/200 euro ogni mese o percepirli in un’unica soluzione ogni sei mesi, soprattutto quando si hanno stipendi mensili di 1.400 euro”.

Inoltre, sarebbero sorte anche difficoltà sul nuovo Portale del dipendente, in dotazione a diverse aziende sanitarie dell’Emilia-Romagna, tanto che i lavoratori avrebbero avuto difficoltà a verificare i propri cartellini. In più, anche “i costi della mensa che verrebbero accreditati a prezzo pieno pure nel caso siano state fatte le 6 ore e con la mancanza delle indennità” porterebbero disagi ai lavoratori.

La consigliera chiede quindi come i vertici dell’Azienda sanitaria di Reggio Emilia intendano rimediare a queste difficoltà e a tutte le problematiche di tipo organizzativo.

(Francesca Mezzadri)

Sanità e welfare