Imprese lavoro e turismo

Torri e Prodi (Si-Mdp): Evitare licenziamenti alla Landi Renzo di Reggio Emilia

L’azienda leader per impianti a gas e metano con sede a Vicenza, prevede un taglio di 79 lavoratori, nel sito reggiano, su un piano generale di 200 per l’intero gruppo industriale

Yuri Torri (Si)

Attivarsi immediatamente per preservare i 79 posti di lavoro dichiarati in esubero dall’azienda e mettere in campo iniziative per scongiurare il rischio di delocalizzazione, esternalizzazioni e situazioni di lavoro precario. Sono queste le due richieste che i consiglieri regionali Yuri Torri (Sinistra Italiana) e Silvia Prodi (Gruppo misto-Mdp) pongono alla giunta in un’interrogazione a risposta scritta.

Il bilancio del gruppo Landi Renzo S.p.a. registrava nel 2016 un disavanzo di 26 milioni di euro, inferiore ai 36 milioni del 2015. Secondo i sindacati, il piano strategico del gruppo, che prevede il ritorno all’utile per 7 milioni di euro il prossimo anno, non è chiaro e sopratutto non c’è stata

Silvia Prodi (Misto-Mdp)
Silvia Prodi (Misto-Mdp)

alcuna condivisione con le parti sociali.

La decisione, presa unilateralmente e all’improvviso dal gruppo – dicono i consiglieri – vede la chiusura di un’azienda che negli ultimi anni, a differenza di altri siti produttivi, ha sempre registrato fatturato in attivo e innovazione tecnologica.

(Giacomo Barducci)

Imprese lavoro e turismo