Parità, diritti e partecipazione

Una mostra in Assemblea contro la violenza sulle donne, Mori e Ravaioli: la gentilezza vincerà sulle offese

‘L’amore oltre…’, inaugurata oggi in viale Aldo Moro con le opere del maestro forlivese Ido Erani, esposta fino al 17 dicembre

Le parole sono importanti. Come i modi gentili e le opere che raffigurano le donne con grazia e senza volgarità. Per questo, la mostra L’amore oltre… con i dipinti del maestro forlivese Ido Erani, inaugurata questa mattina in Assemblea legislativa e visitabile fino al 17 dicembre, assume un valore ancora più importante in occasione della giornata internazionale contro la violenza alle donne che ricorrerà domani, 25 novembre.

Ritratti, raffigurazioni e colori tenui. Un modo per “lanciare un messaggio gentile -dice Valentina Ravaioli, vicepresidente della commissione Cultura-. La violenza spesso si consuma tra le mura domestiche ed è un tema di cui bisogna e vogliamo parlare. Anche per questo è importante il sostegno abitativo alle vittime e ai centri antiviolenza”. Importante anche la prevenzione, “e l’educazione al rispetto di sé e degli altri -aggiunge Ravaioli-. Le violenze spesso sono la punta di un iceberg, dunque il messaggio che vogliamo lanciare non solo oggi ma più in generale è importante”.

Così come è importante “il contributo di 4 milioni di euro per il contrasto alla violenza”, aggiunge Roberta Mori, presidente della commissione Parità. Opere, quelle di Erani, che la consigliera apprezza “perché hanno un modo gentile di raffigurare le donne, contro cui spesso vengono utilizzate invece parole offensive. Questa mostra, invece, ci aiuta a valorizzare gli obiettivi importanti per noi come istituzione: sono tanti, infatti, gli appuntamenti organizzati per contrastare la violenza di genere, e tutti quanti diventano un insieme di idee che ci dà la forza di andare avanti 365 giorni”. Perché il contrasto alla violenza di genere deve durare tutto l’anno, per Mori: “La nostra istituzione riflette tutti i giorni su questi temi, non celebra solo la giornata del 25 novembre”.

Ed è proprio il maestro Erani a sperare “che la mostra abbia una sua utilità, perché celebra la bellezza della donna”. Ad accompagnare la visita dei dipinti, le poesie del poeta forlivese Roberto Dall’Olio, lette da Gloria, pronipote del grande poeta romagnolo Giovanni Pascoli. Non è mancata la visita del prefetto di Forlì Fulvio Rocco De Marinis, che ha celebrato e ringraziato gli artisti del territorio.

(Margherita Giacchi)

Parità, diritti e partecipazione