Imprese lavoro e turismo

Politiche energetiche. Piccinini (M5s): Motivare la partecipazione della Regione a Expo Astana 2017

La consigliera del Movimento 5 stelle punta anche il dito su Herambiente speaker nella settimana del protagonismo emiliano-romagnolo in Kazakistan, “un ulteriore e ingiustificabile rafforzamento della posizione di vantaggio già rilevata da Anac”

Silvia Piccinini
Silvia Piccinini (M5s)

Quale sarà il ruolo della Regione Emilia-Romagna e a quanto ammontano le spese sostenute per partecipare all’Expo di Atana in Kazakistan nella settimana dal 3 al 10 settembre 2017? Lo chiede Silvia Piccinini (Movimento 5 stelle) in un’interrogazione alla Giunta facendo riferimento all’iniziativa coordinata da Ervet (società regionale) che prevede per lo svolgimento del “Sustainability Forum” dell’Expo, moderatori e speaker rappresentanti della Regione (la consigliera cita il presidente e gli assessori alle Attività produttive, al Turismo, il direttore della Dg Conoscenza, lavoro e attività economiche, il direttore di Arpae, il direttore di Apt e il direttore della Dg Trasporti) ed esponenti di imprese private o associazioni di imprese (come Herambiente spa e Ravenna offshore contractors association).

Piccinini, nel ricordare che “il Kazakistan è uno dei principali produttori di gas al mondo e contestualmente realtà di dubbia se non inesistente democrazia”, si domanda come entrambi questi aspetti “possano coniugarsi con gli obiettivi e le strategie di sostenibilità ambientale” annunciate dalla Regione. Nell’interrogazione, oltre a chiedere quali saranno quindi le posizioni che verranno prese sul tema delle politiche energetiche dai rappresentanti regionali, l’esponente del Movimento 5 stelle domanda quali siano stati i criteri per la selezione dei soggetti privati esterni. In particolare, la pentastellata punta il dito su Herambiente – impresa privata già oggetto di rilievo di Anac (Autorità nazionale anticorruzione) per il nuovo ambito di produzione di biometano – che, appunto, riveste “un ruolo di alto rilievo” nell’Expo come speaker. Profilo che, secondo Piccinini, risulta “quantomeno inopportuno, proponendo un ulteriore e ingiustificabile rafforzamento della posizione di vantaggio già rilevata da Anac”. La consigliera chiede infine se, tra le spese sostenute, rientrino anche quelle relative alla presenza di soggetti privati.

(Francesca Mezzadri)

Imprese lavoro e turismo