Ambiente e territorio

Gibertoni (M5s) insiste sul trasloco di alcuni uffici a Parma e chiede nuova ricognizione sulle proprietà della Regione

La consigliera, insoddisfatta della risposta dell’assessore Petitti a un precedente atto sul servizio territoriale Agricoltura, Caccia e Pesca, suggerisce sopralluogo in piazzale della Pace

Giulia Gibertoni (M5s)

Giulia Gibertoni torna sul trasferimento degli uffici del Servizio territoriale Agricoltura Caccia e Pesca (Stacp) dal centro di Parma dopo la risposta ottenuta dall’assessora Emma Petitti che “non ha completamente chiarito i dubbi”. In particolare la consigliera regionale del Movimento 5 stelle, con una seconda interrogazione sulla questione, domanda all’esecutivo “se sia stata fatta una ricognizione delle proprietà regionali e in locazione presso altri enti pubblici, nell’ottica di una razionalizzazione degli spazi e di risparmio”. Nello specifico la consigliera chiede “se sia stato effettuato un nuovo sopralluogo nello stabile di Piazzale della Pace” visto che il Tar non ha trovato l’accordo per il suo trasferimento al primo piano dell’edificio.

Poi, entrando nel merito della precedente risposta avuta dall’assessora, definisce “bizzarro dare per scontato che gli utenti dello Stacp utilizzino mezzi privati e non pubblici” per raggiungere l’ente, “salvo poi aspettarsi che stessi utenti utilizzino autobus per raggiungere il Centro agro alimentare (Cal)”.

Per questo Gibertoni domanda se sia stata fatta “una valutazione approfondita sulle caratteristiche degli utenti dello Stacp (quantità, frequenza, orari) e dei mezzi di trasporto da loro normalmente usati, potenziando, se necessario, quelli pubblici”. Infine l’esponente M5s chiede “se siano stati adeguatamente informati i cittadini di Parma e chi lavora al suo interno dell’imminente spostamento degli uffici dello Stacp”.

(Andrea Perini)

Ambiente e territorio