Sanità e welfare

Sanità Bologna. Galli (Fi): valutare la riapertura dei reparti chiusi all’ospedale di Vergato

L’attivazione della chirurgia ambulatoriale di secondo livello nell’ospedale, scrive nell’interrogazione il forzista, va “indubbiamente guardata con cauta soddisfazione”

Andrea Galli (Fi)

Valutare la riapertura dei reparti chiusi all’ospedale di Vergato (in provincia di Bologna). La proposta arriva da Andrea Galli (Fi) con un’interrogazione nella quale chiede alla Giunta anche quale sia “il reale progetto sanitario per l’ospedale all’interno della rete metropolitana”.

Il consigliere di Forza Italia ricorda nelle premesse che “dal 17 ottobre scorso operano a Vergato un chirurgo maxillo facciale e un chirurgo plastico, entrambi del Bellaria. Nei primi nove mesi del 2018- continua nelle premesse il capogruppo- sono stati visitati 415 pazienti, 74 dei quali hanno avuto necessità di un trattamento chirurgico all’Ospedale Bellaria, la maggior parte dei quali, 51 persone, con sedute di chirurgia ambulatoriale di secondo livello, oggi attiva anche nelle sale operatorie di Vergato”.

La novità, scrive Galli, va “indubbiamente guardata con cauta soddisfazione anche alla luce delle numerose proteste di comitati e cittadini per via del depotenziamento dell’ospedale cominciato da 10 anni a questa parte e che ha portato alla chiusura
del reparto di chirurgia generale e, recentemente, di ortopedia. Negli anni- chiude Galli-è arrivata l’ipotesi di trasformarlo in ospedale di comunità, tra l’altro senza alcun confronto preventivo con la cittadinanza se non a decisioni già assunte”.

(Andrea Perini)

Sanità e welfare