Sanità e welfare

Sanità. Gibertoni (M5s): ridurre stipendi manager sanitari e regionali a indennità presidente Regione

La consigliera chiede alla Giunta di ridurre i compensi dei dirigenti della sanità e della Regione, di tagliare e riorganizzare le partecipate e destinare i risparmi ad acquisti nella sanità e a servizi

Giulia Gibertoni (M5s)
Giulia Gibertoni (M5s)

Ridurre i compensi dei dirigenti del comparto sanità e della Regione, fissando quale tetto massimo l’indennità annua del Presidente della Regione e del Presidente del Consiglio dei ministri (circa 115mila euro), tagliare e riorganizzare le società partecipate della Regione e destinare i risparmi di spesa realizzati per acquisti nella sanità e per potenziare i servizi regionali.

È quanto chiede Giulia Gibertoni (M5s) in un’interrogazione presentata in Regione, nella quale, pur riconoscendo alla Giunta il forte impegno nella riduzione dei costi, nel contenimento delle spese generali e nei risparmi sugli acquisti di beni e servizi, critica l’esecutivo di Viale Aldo Moro per non avere avuto il coraggio di ridurre i compensi dei vertici della dirigenza delle AUSL e del resto della dirigenza regionale.

La consigliera, in particolare, punta il dito contro “il sistema delle valutazioni positive assegnate pressoché in automatico ai direttori generali dalla Giunta regionale, dalle quali, a cascata, discendono, con analogo automatismo, le valutazioni positive dei direttori amministrativi e sanitari delle aziende sanitarie e ospedaliere, ampliando considerevolmente la platea dei percettori di questo compenso aggiuntivo legato alla produttività”.

Alcuni manager della Regione – ricorda l’esponente 5stelle – guadagnano più del presidente Bonaccini e del premier Gentiloni. Uno di questi – scrive la pentastellata – è il direttore generale dell’Ausl di Modena, “al quale viene corrisposto un compenso annuo pari a circa 155mila euro che, con l’aggiunta della parte variabile correlata agli specifici obiettivi di mandato annuali, sale a un totale di circa 170mila euro”.

Da qui l’iniziativa di Gibertoni, che chiede alla Giunta anche “di fornire i dati relativi ai compensi complessivi annui dei singoli manager delle società partecipate, degli enti strumentali e delle aziende sanitarie e ospedaliere a vario titolo remunerati dalla Regione negli anni 2015, 2016 e 2017 (per quest’ultimo anno la previsione di spesa)”.

(Luca Govoni)

Sanità e welfare