Sanità e welfare

Sanità Parma. Disservizi all’ospedale di Vaio, Bignami (Fi) chiede chiarimenti alla Giunta/ foto

Il consigliere affronta il caso di un degente deceduto e chiede lumi su profili professionali, riduzione di personale e tempi di attesa al pronto soccorso

Malgrado i 15,6 milioni di euro di investimenti all’ospedale di Vaio, nel comune parmense di Fidenza, persistono i disservizi. La denuncia, con un’interrogazione rivolta alla Giunta, arriva da Galeazzo Bignami di Forza Italia.

Una parte dei lavori, si legge nell’atto ispettivo, “inerente alla ristrutturazione del pronto soccorso, è terminata nell’autunno del 2016, mentre il cantiere per la realizzazione della lungodegenza e di altri servizi sanitari è ripartito da poco tempo in seguito a un periodo in cui lavori sono stati fermi a causa della situazione di insolvenza del colosso cooperativo Unieco, impresa aggiudicataria dei lavori”.

Negli ultimi anni, spiega il consigliere, “l’ospedale di Vaio avrebbe avuto un progressivo depauperamento delle eccellenze professionali nei singoli reparti, compreso il pronto soccorso, e non sarebbe stata garantita una continuità di profili professionali in servizio”. Peraltro, prosegue, “il 31 ottobre scorso si è verificato il decesso di un degente ricoverato nella struttura”.

Bignami chiede quindi all’esecutivo regionale chiarimenti relativamente al tema dei profili professionale presenti nella struttura, sul problema della riduzione di personale e sulla questione dei tempi di attesa al pronto soccorso. Sul decesso di ottobre, vuole sapere “se esistono segnalazioni sulla conduzione dell’unità operativa di Chirurgia dell’ospedale precedenti al grave episodio e le conseguenti reazioni dell’Ausl”.

(Cristian Casali)

Sanità e welfare