Sanità e welfare

Sanità Parma. Rainieri (Ln): fare luce su corso di formazione “Le emozioni di ruolo”

“Corso non sanitario e tenuto da docente con qualifiche diverse da quelle richieste per la trattazione delle materie oggetto dell’evento di formazione” scrive il leghista

Il corso “Le emozioni di ruolo”, evento di formazione rivolto a tutti i profili professionali in ambito sanitario dell’azienda ospedaliero universitaria e dell’Ausl di Parma, che si sta tenendo presso l’ospedale Maggiore, è oggetto di un’interrogazione presentata da Fabio Rainieri (Ln).

Il corso – riporta il consigliere – è riservato a 22 persone, prevede l’attribuzione di 19,2 crediti per il percorso di educazione continua in medicina (Ecm), è a totale carico delle aziende sanitarie organizzatrici e non prevede il pagamento di alcuna quota da parte dei partecipanti. Inoltre, la docente è ufficialmente qualificata come “Consuelor espressivo, musicoterapeuta e pedagogista musicale, gong master, specializzata in ‘Massaggio sonoro con le ciotole tibetane, dinamiche tonali ritmiche e uso della voce’”.

Di qui l’iniziativa dei Rainieri, che chiede alla Giunta regionale “come si valuti l’attribuzione di un numero tanto elevato di crediti Ecm per un corso non specificamente sanitario e tenuto da una docente in possesso di qualifiche che appiano decisamente diverse da quelle richieste per la trattazione delle materie oggetto dell’evento formativo”. Il leghista, inoltre, domanda “se gli organismi che partecipano alla governance del sistema regionale per gli Ecm abbiano valutato, nell’ambito della loro attività di monitoraggio dell’offerta formativa in sanità, tale specifico corso e a quanto ammontino i costi sostenuti dalle aziende sanitarie organizzatrici”.

(Luca Govoni)

Sanità e welfare