Sanità e welfare

Pd e Lega uniti su elisuperficie in Valmarecchia: più vicino possibile a ospedale Novafeltria

Le risoluzioni, a prima firma del dem Pruccoli e di Pompignoli per il Carroccio, sono state votate all’unanimità con emendamenti sul testo Pd di Sensoli e Sassi (M5s)

Dotare la Valmarecchia di un’elisuperficie, costruita il più vicino possibile all’ospedale Sacra Famiglia di Novafeltria (Rimini), per estendere la copertura del servizio di elisoccorso anche alle ore notturne. E’ l’input che arriva dalla commissione Politiche per la salute e sociali, presieduta da Paolo Zoffoli, che questa mattina ha votato all’unanimità due risoluzioni: una del Partito democratico (primo firmatario Giorgio Pruccoli) ed emendata dal Movimento 5 stelle, l’altra della Lega nord, presentata da Massimiliano Pompignoli.

Da sinistra: Massimiliano Pompignoli, Daniele Marchetti (Lega nord)

“La Valmarecchia- ha argomentato Pompignoli (Lega)- è scoperta di elisuperfici: un territorio qualificato come zona montana e disagiata per conformazione geografica e collegamenti viari. Con questo atto vogliamo impegnare la Giunta ad attivarsi per risolvere questa carenza che di fatto esclude la provincia di Rimini dal servizio di elisoccorso nelle ore notturne. L’Ausl Romagna dispone di un’area di proprietà vicino all’ospedale Sacra Famiglia di Novafeltria. Ora non siamo in grado di stabilire la fattibilità della costruzione della piattaforma di atterraggio proprio in quella zona, certo è che dovrà essere individuata un’area il più vicino possibile all’ospedale”.

Giorgio Pruccoli (Pd)

Concetti ripresi anche da Pruccoli (Pd) che ha spiegato come la costruzione della piattaforma “servirà per aumentare l’offerta sanitaria della zona. L’assessorato e l’Azienda hanno già espresso la loro volontà di procedere al completamento delle elisuperfici. Già 17 ne sono state attivate e consentono il volo notturno alle eliambulanze in tutta la regione. Quella della Valmarecchia si aggiungerà a queste”. Nella risoluzione, firmata anche da Nadia RossiLia MontaltiMirco BagnariPaolo Zoffoli e Manuela Rontini, i dem invitano la Giunta a “concludere tempestivamente la fase di analisi dell’iniziativa intrapresa e promuovere una copertura del servizio di elisoccorso efficiente e a predisporre un progetto di fattibilità per l’estensione del servizio di elisoccorso alla montagna romagnola, e in particolare all’ospedale Sacra Famiglia di Novafeltria, nel più breve tempo possibile”.

Da sinistra: Roberto Zoffoli (Pd), Raffaella Sensoli (M5s), Alessandro Cardinali (Pd)

L’atto è stato emendato dal Movimento 5 stelle (a firma Raffaella Sensoli e Gianluca Sassi). Modifiche cui Pruccoli ha corretto il tiro arrivando alla forma finale che aggiunge alle precedenti richieste anche quella di “monitorare la dotazione del personale medico, infermieristico e tecnico, dedicato alla rete emergenza urgenza, con l’eventuale assunzione di nuovo personale”.

“Bene- ha commentato Sensoli (M5s)- che, anche grazie a un nostro precedente emendamento e dopo aver inserito l’ospedale di Novafeltria tra quelli in territori disagiati, si mantenga alta l’attenzione sulla montagna Romagnola”. Richieste, chiosa il presidente Zoffoli, che comunque “erano già state avanzate poco dopo l’uscita dei 17 progetti per le elisuperfici da cui era evidente come la montagna Romagnola non fosse coperta”.

(Andrea Perini)

Sanità e welfare