Sanità e welfare

Sanità. Pettazzoni (Ln): in estate disagi ovunque, la Regione intervenga

Il consigliere punta il dito contro “carenze di personale sanitario e riorganizzazione della rete ospedaliera e dei servizi sanitari” e sollecita l’intervento della Regione

Accelerare le pratiche concorsuali e di assunzione del personale sanitario, di cui la Regione ha previsto l’entrata in ruolo e che ha già svolto le prove selettive. E, ancora, concordare meglio la turnazione estiva del personale sanitario con le associazioni di categoria e le sigle sindacali.

È quanto chiede Marco Pettazzoni (Ln) alla Giunta regionale al fine di risolvere in modo definitivo i problemi di carenza di personale che, insieme alla riorganizzazione in corso della rete ospedaliera e dei servizi sanitari, crea inefficienze e conseguenti disagi per gli utenti della Sanità regionale in particolare nei mesi estivi.

Nell’interrogazione presentata in Regione, il consigliere leghista elenca molteplici criticità registrare in svariati ospedali e servizi sanitari del territorio, dall’ospedale Borselli di Bondeno ai presidi ospedalieri di Argenta, Cento e Copparo ai centri prenotazioni di Argenta e Lagosanto, nel ferrarese; dalle strutture ospedaliere della provincia di Reggio Emilia all’ospedale Maggiore di Bologna.

Da qui l’iniziativa di Pettazzoni, che domanda all’esecutivo regionale anche “per quale motivo, durante i mesi estivi, così come in inverno in occasione dei picchi influenzali, interventi sanitari programmati e altre tipologie di prestazioni subiscano riduzioni e slittamenti, con continui disagi per i cittadini, senza che vi sia un momento dell’anno in cui la sanità regionale funzioni ‘a regime’”.

(Luca Govoni)

Sanità e welfare