Sanità e welfare

Sanità Reggio. Fi: chiarire costi aggiuntivi per allargamento porte ospedale di Correggio

La domanda è contenuta in un’interrogazione nella quale viene ripercorsa la vicenda

Quali saranno gli ulteriori costi per i lavori di allargamento degli ingressi alle stanze per la nuova ala dell’ospedale San Sebastiano di Correggio? E a carico di chi saranno i costi? Le domande, rivolte all’esecutivo regionale, arrivano da Forza Italia che questa mattina ha presentato un’interrogazione dopo la notizia delle criticità legate alle dimensioni dei nuovi letti acquistati (16 su 32) troppo grandi rispetto alle porte della struttura.

Fi chiede anche “per quale motivo non si è tenuto conto fin dall’inizio della progettazione di questa criticità che poteva essere rilevata agevolmente” visto che l’ospedale è ospitato all’interno di una struttura costruita nel 1915.

“Dopo i lavori di ristrutturazione dell’ospedale- si legge nell’atto ispettivo- sarebbe emersa la criticità legata alla dimensione dei nuovi letti che dovrebbero essere utilizzati per il secondo piano dedicato alla riabilitazione estensiva. I letti non riuscirebbero a passare dalle porte delle camere o, almeno, per farli entrare occorrerebbero troppe manovre. Per superare il problema è stata fatta la scelta- continua l’atto- di allargare gli ingressi. Pare comunque che, fino ad aprile, non sarà possibile accogliere, nell’ala di nuova ristrutturazione, i pazienti che per ora continuano a essere ospitati nella residenza sanitaria di Albinea”.

I nuovi lavori “dovrebbero interessare una decina di stanze”, termina l’atto, “destinate a ospitare una dozzina di letti”.

(Andrea Perini)

 

Sanità e welfare