Sanità e welfare

Sanità Reggio. Punta nascita Castelnovo ne’ Monti, M5s: “Regione ha fornito informazioni incomplete a Comitato nazionale”

In un’interrogazione Silvia Piccinini chiede alla Giunta di chiarire i motivi per i quali è stato richiesto un parere senza fornire tutti i dati necessari

Il Punto nascita dell’ospedale Sant’Anna di Castelnovo ne’ Monti, nel reggiano, è al centro di un’interrogazione presentata in Regione da Silvia Piccinini (M5s), che critica la Giunta regionale per aver fornito informazioni non esaustive al Comitato Percorso nascita nazionale, chiamato a rilasciare un parere sulla deroga rispetto alla chiusura decisa dalla Regione.

La capogruppo dei 5 stelle chiede all’esecutivo regionale “per quale motivo la Regione non abbia informato il Comitato Percorso nascita nazionale che il 1° luglio 2017 l’ospedale Sant’Anna di Castelnovo ne’ Monti e l’azienda ospedaliera Santa Maria Nuova di Reggio Emilia si erano fuse costituendo un presidio ospedaliero unico, novità che, secondo la pentastellata, ha modificato in positivo gli standard operativi, tecnologici e di sicurezza previsti per il Punto nascita in questione”. Silvia Piccini, infine, domanda alla Giunta “per quale ragione si parli quotidianamente di nuove assunzioni nel comparto sanità regionale ma nella richiesta di deroga si faccia riferimento a una situazione pregressa di carenza di personale”.

(Luca Govoni)

Sanità e welfare