Scuola giovani e cultura

Scuola Piacenza. Ln: “Inammissibili episodi di propaganda politica al Liceo Melchiorre Gioia”

Giudizi schierati di alcuni docenti e raccolta firme contro l’apertura di una sede di partito: la Lega Nord chiede alla Giunta di fare luce su quanto accaduto nell’istituto pubblico piacentino

Episodi di propaganda politica nelle scuole a ridosso della campagna elettorale, dai giudizi schierati di alcuni docenti alla raccolta firme contro l’apertura di una sede di partito. É quello che sarebbe successo all’interno del Liceo Melchiorre Gioia di Piacenza secondo un consigliere regionale della Lega Nord, che in un’interrogazione alla Giunta chiede di fare luce su quanto accaduto per evitare che situazioni analoghe possano ripetersi all’interno di un istituto scolastico pubblico.

L’esponente del Carroccio riporta alcuni fatti che si sarebbero verificati nel liceo piacentino: nell’ultimo mese (in piena campagna per le elezioni nazionali) sarebbero stati riportati chiari giudizi di natura politica e partitica da parte di alcuni docenti, e sarebbe stata promossa una raccolta firma all’interno della scuola contro l’apertura della sede di un “partito regolarmente e legalmente partecipante alla competizione elettorale democratica”. “Le istituzioni scolastiche di qualsiasi ordine grado- sottolinea il consigliere leghista- dovrebbero garantire l’imparzialità politica e la diffusione dei principi democratici che reggono la vita pubblica del nostro paese. Le scuole dovrebbero promuovere il confronto e il rispetto delle diverse idee, senza giudizi o stereotipi”.

(Giulia Paltrinieri)

Scuola giovani e cultura