Scuola giovani e cultura

Scuola Rimini. Sensoli (M5s) contro esternalizzazioni, Gualmini: ci occupiamo di qualità, non di contratti

La capogruppo pentastellata sottolinea che sono “peggiorate le condizioni degli educatori e non è aumentata l’offerta”

“Facciamo fatica ad intervenire sulla contrattazione tra le parti e nell’esternalizzazione dei servizi. La nostra priorità è la qualità del servizio erogato. Il nostro impegno sarà anche quello di incidere sulla tutela della famiglia con un finanziamento (oltre 20 milioni, ndr) finalizzato ad abbassare le rette. Il nostro auspicio è che i Comuni lavorino sul contenimento delle rette”. Lo dice l’assessore Elisabetta Gualmini alla consigliera Raffaella Sensoli (M5s) che, in una interpellanza rivolta alla Giunta, punta il dito “sulle condizioni lavorative e contrattuali peggiorative applicate al personale, utilizzato dalle cooperative, nei servizi per l’infanzia a Rimini, sia sul piano del monte ore settimanale, 38/40 ore contro le 36 del contratto applicato dagli enti locali, che su quello retributivo, circa 1.200 euro netti contro circa 1.400”.

La Sensoli, nella replica, ha evidenziato che “l’esternalizzazione di questi servizi non si è neppure tradotta in un incremento dell’offerta”.

(Cesare Cicognani)

Scuola giovani e cultura