Governo locale e legalità

Marchetti (Ln): risolvere problema bivacchi e spaccio alla stazione Zanolini di Bologna

Il consigliere, in un’interrogazione, chiede anche alla Giunta quante sono state nell’ultimo anno le segnalazioni relative alla presenza di persone non autorizzate e, contestualmente, il numero di interventi delle forze dell’ordine e le conseguenti denunce

Daniele Marchetti (Lega Nord)
Daniele Marchetti (Lega Nord)

“Come sarà gestito e con quali costi il nuovo sistema di videosorveglianza nella stazione ferroviaria Zanolini, nel quartiere bolognese San Vitale?”. A chiederlo, in un’interrogazione rivolta alla Giunta, è Daniele Marchetti della Lega nord.

Il consigliere vuole inoltre sapere, sempre dall’esecutivo regionale, a chi sarà affidata la gestione.

Nella stazione, si legge nell’atto ispettivo, bivaccano regolarmente persone, inoltre persiste il problema dello spaccio di droga.

In un sopralluogo, spiega l’esponente della Lega, “cui ho partecipato nei giorni scorsi, ho appreso che ci sarebbe la volontà da parte di Ferrovie Emilia-Romagna (Fer) di modificare il sistema di videosorveglianza”. Inoltre, nella stessa ispezione, sottolinea, “mi è stato detto che eventuali presenze di persone non autorizzate vengono segnalate agli organi preposti e vengono chiamate le forze dell’ordine per il loro allontanamento”.

Marchetti, nello specifico, chiede quindi alla Giunta quante sono state nell’ultimo anno le segnalazioni e, contestualmente, il numero di interventi delle forze dell’ordine e le conseguenti denunce. Vuole anche sapere a quanto ammontano i danni subiti, sempre nell’ultimo anno, a causa degli atti vandalici.

(Cristian Casali)

Governo locale e legalità