COMUNICATO
Imprese lavoro e turismo

Agricoltura. Tagliaferri (Fdi): pubblicare elenco caseifici che importano latte e cagliata dall’estero

L’esponete di Fdi ritiene “intollerabile che si importino quasi sei milioni di litri di latte e cagliata e che ci sia chi ci speculi abbassando i prezzi agli allevatori italiani”

“E’ intollerabile che si importino quasi sei milioni di litri di latte e cagliata dall’estero e che, in un momento come questo, ci sia chi speculi sul latte italiano abbassando i prezzi ai nostri allevatori”. Questa è la posizione di Giancarlo Tagliaferri (Fdi) espresso in un’interrogazione nella quale chiede alla Giunta di intervenire nei confronti del governo nazionale per “vigilare sulle speculazioni sul latte, tutelando la filiera italiana”, e di “pubblicare gli elenchi dei caseifici che importano latte e cagliata dall’estero”.

Il consigliere spiega: “Ogni giorno 5,7 milioni di litri di latte straniero attraversano le frontiere e invadono l’Italia in cisterne o in forma di cagliate congelate low cost di dubbia qualità, in piena emergenza coronavirus e proprio mentre alcune aziende di trasformazione cercano di tagliare i compensi riconosciuti agli allevatori italiani”. E aggiunge: “Va fermato qualsiasi tentativo di speculazione sui generi alimentari di prima necessità, come il latte che nell’ultima settimana di rilevazione sui consumi ha registrato un balzo del 47% di acquisti da parte delle famiglie”. L’esponete di Fdi si schiera dalla parte dei produttori italiani ricordando che “quando una stalla chiude si perde un intero sistema composto da animali, prati per il foraggio, formaggi tipici e, soprattutto, persone impegnate a combattere, spesso da intere generazioni, lo spopolamento e il degrado”.

(Andrea Perini)

Imprese lavoro e turismo