COMUNICATO
Ambiente e territorio

Ambiente. Zamboni (Europa Verde): contrastare il bracconaggio

La consigliera chiede di abolire l’attività venatoria con richiami vivi e quali strumenti siano a disposizione delle Polizie Provinciali

Silvia Zamboni (Europa Verde) interroga la Giunta per sapere se sia previsto il monitoraggio periodico e aggiornato sulle attività di bracconaggio in Emilia-Romagna e se l’attuazione delle leggi regionali in materia stia dando risultati per contrastare il fenomeno. La consigliera, inoltre, chiede di abolire l’esercizio dell’attività venatoria con l’uso di richiami vivi sia per evitare sofferenze agli animali sia per eliminare il mercato nero dei richiami vivi.

“Il fenomeno del bracconaggio- spiega Zamboni- è presente soprattutto nelle province di Ravenna e Ferrara, in particolare nell’area del Delta del Po, dove la caccia si svolge soprattutto di notte, fuori dagli orari previsti per legge. Ricordo che nel febbraio scorso in quest’area il raggruppamento dei carabinieri Cites ha sporto 22 denunce ed eseguito un arresto. Sono stati sequestrati, inoltre, 21 fucili, 9 richiami vietati, 6.400 cartucce, oltre mille uccelli, tre macchinari per spiumare i volatili e uno spazio utilizzato per la macellazione clandestina”.

Nell’interrogazione la consigliera chiede inoltre se le Polizie Provinciali dispongano di sufficienti strumenti e risorse per svolgere i compiti di vigilanza ambientale e venatoria, in particolare per i controlli antibracconaggio, ricordando che “in provincia di Ravenna, ad esempio, negli ultimi anni l’attività di vigilanza della Polizia Provinciale ha riguardato in particolare le catture abusive di volatili e il mercato nero dei richiami vivi”.

“Dalle informazioni in nostro possesso- chiude Zamboni- risulta che i bracconieri si dividano il territorio e che riescano a catturare fino a 800 esemplari in una sola notte, realizzando considerevoli guadagni, visto che il prezzo al mercato nero varia da 40 a 60 euro per esemplare. Lo stesso tipo di attività, e con ordini di grandezza simili, è effettuato lungo tutta la costa emiliano-romagnola e lungo la costa veneta”.

(Lucia Paci)

Ambiente e territorio