COMUNICATO
Governo locale e legalità

Bilancio. Al via in commissione l’aggiornamento del Defr

Lavoro, sanità e imprese alla base della proposta della Giunta. Il tutto tiene conto della situazione creata dal Coronavirus

Lavoro e impegno per la sanità. Più risorse per imprese, lavoratori e famiglie. Con la presentazioni delle linee generali, si è avviato il percorso per l’aggiornamento del Documento di programmazione finanziaria regionale (Defr). Prima tappa, appunto, la presentazione odierna nel corso della Commissione Bilancio presieduta da Massimiliano Pompignoli.
“Stiamo tenendo conto del difficile momento dovuto alla seconda ondata della pandemia da Coronavirus”, ha spiegato l’assessore al Bilancio Paolo Calvano, che ha ricordato come “abbiamo attivato molte azioni per contrastare il Coronavirus e le sue conseguenze, in primo luogo sull’economia, e terremo conto del tema Recovery Plan”.
Calvano ha fatto il punto sulla situazione partendo dalla constatazione che, proprio a causa del Coronavirus, il Pil regionale nel 2020 avrà un calo – stando ai dati pre-seconda ondata del Covid-19 – del 9,9%, mentre per il 2021 ci si aspetta un rimbalzo positivo del 7,1% (fonti e stime di Prometeia).
Grazie ad un accordo con il governo, seppure a fronte di un calo delle entrate proprio a seguito della contrazione del Pil, il 2021 avrà le stesse entrate del 2020, mentre è previsto un pacchetto di investimenti di fonte europea mirati soprattutto al clima e alla transizione ecologica.
Grande attenzione poi alla gestione del Recovery Plan: “La Regione intende cogliere le opportunità in materia di investimenti e di sostegno al sistema economico”, ha sottolineato l’assessore.
Rispondendo al consigliere Marco Lisei (Fdi), che chiedeva conto dell’impatto della seconda ondata del Covid-19, Calvano ha spiegato che è previsto un effetto di perequazione tra la flessione del Pil della seconda ondata e il forte rilancio del Pil (rimbalzo positivo pari al 16%) avvenuto nel terzo trimestre 2020.
(Luca Molinari)