COMUNICATO
Sanità e welfare

Emergenza coronavirus. Tagliaferri (Fdi): misure di sostegno anche per le edicole

Il consigliere sottolinea la difficoltà per queste attività a restare aperte visto che la gente resta a casa e “non è chiaro se abbiano diritto al bonus di 600euro”

Estendere anche alle edicole le misure di sostegno previste dal decreto legge “Cura Italia”. A chiederlo, con un’interrogazione, è il consigliere di Giancarlo Tagliaferri (Fdi), che sottolinea come “le ultime misure restrittive prevedano le edicole quali attività” ma “lo sforzo di restare aperte è vanificato dal timore dei cittadini di uscire di casa per comprare il giornale, anche se consentito”.

Visto che i cittadini rispettano lo stare in casa, “è grave che, in considerazione del fatto che le edicole possono restare aperte, debbano poi pagare il prezzo di non poter accedere alle misure di sostegno economico del decreto ‘Cura Italia’”.

Dunque, Tagliaferri chiede anche misure di sostegno per gli edicolanti perché “non è chiaro se abbiano diritto al bonus di 600 euro e non è legittimo che le edicole siano state escluse dal credito d’imposta previsto nella misura del 60% dell’ammontare del canone di locazione per il mese di marzo”.

(Margherita Giacchi)

 

Sanità e welfare