COMUNICATO
Governo locale e legalità

Europa. Al via in commissione bilancio l’undicesima Sessione europea

Montalti(Pd): “Quello della sessione europea è un impegno che ci aiuta a entrare come Regione dentro le politiche europee e portare la voce dei cittadini emiliano-romagnoli a Bruxelles”

In Commissione bilancio, presieduta da Massimiliano Pompignoli, si dà il via all’undicesima Sessione europea con la presentazione del rapporto conoscitivo dell’anno 2020 illustrato dai tecnici della Giunta e pubblicato sul sito dell’Assemblea (https://www.assemblea.emr.it/lassemblea-in-europa).

La Sessione europea dell’Assemblea rappresenta il fulcro delle attività di formazione e attuazione delle politiche e normative dell’Unione europea da parte della Regione Emilia-Romagna. “Si parte dalle analisi dei documenti in commissione Bilancio con il coinvolgimento di tutte le commissioni assembleari e in raccordo con l’esecutivo e si conclude con l’approvazione di una risoluzione di indirizzo alla Giunta che costituisce il piano di lavoro della Regione per l’anno successivo” spiegano i tecnici, aggiungendo che “quest’anno è un anno particolare non solo perché è il primo della legislatura con Ursula von der Leyen, ma anche perché il nuovo programma lancia strategie a lungo termine dopo l’emergenza Covid. Il programma di lavoro del 29 gennaio è già stato cambiato e aggiornato al 27 maggio 2020 con atti che hanno rivoltato il quadro d’azione dell’Ue. L’Europa non è più quella di sei mesi fa e per questo darci un indirizzo generale sulle singole materie è importante” aggiunge l’esecutivo regionale in Commissione. La sessione europea è dunque “partita più tardi” con un “rapporto conoscitivo corposo che raccoglie le future linee politiche”.

Fra gli strumenti individuati per favorire il coinvolgimento dei vari soggetti del territorio sulle politiche europee della Regione, i tecnici segnalano la nascita di una nuova rete regionale dell’Emilia-Romagna per la partecipazione, l’esperienza delle consultazioni fra gruppi di diverse regioni su temi come gli appalti, la qualità dell’aria, etc., e la piattaforma Fit for Future lanciata dalla Commissione europea per semplificare la normativa europea in vigore.

“Quello della sessione europea è un impegno che ci aiuta a entrare come Regione dentro le politiche europee e portare la voce dei cittadini emiliano-romagnoli a Bruxelles” ha affermato Lia Montalti (Partito democratico). “Si parla spesso solo di risorse ma alla base vi sono le politiche: riuscire a entrare nel programma della Commissione è fondamentale per indirizzare l’azione regionale e cogliere tutte le opportunità per riuscire a reagire ancora meglio a questa crisi” ha concluso la consigliera dem.

(Francesca Mezzadri)

Governo locale e legalità