Governo locale e legalità

La Lega chiede l’abolizione della legge Delrio e il ritorno al voto diretto per Province e Città metropolitane

Una risoluzione del Carroccio chiede di tornare a votare direttamente per Province, Città metropolitana e relativi Consigli

Simone Pelloni (Lega)

I cittadini tornino a votare direttamente i presidenti delle Province, i sindaci metropolitani e i rispettivi Consigli.

A chiedere che la Regione Emilia-Romagna si impegni per la sostanziale abolizione della legge Delrio è il gruppo della Lega con una risoluzione a prima firma Stefano Pelloni.

La risoluzione del Carroccio, ripercorrendo tutte le tappe del riordino istituzionale frutto delle leggi statali e di quelle regionali, impegna la Giunta “ad attivarsi con il Governo, con il Parlamento e cono la Conferenza Stato-Regioni per richiedere che l’elezione dei presidenti di Provincia, dei sindaci metropolitani, dei Consigli provinciali e dei Consigli metropolitani torni a essere a suffragio universale diretto, eliminando il sistema dell’elezione di secondo livello e del voto ponderato da parte di sindaci e consiglieri comunali”.

La risoluzione è stata sottoscritta anche dai consiglieri Stefano Bargi,  Matteo Rancan, Fabio Bergamini, Daniele Marchetti, Valentina Stragliati, Emiliano Occhi, Matteo Montevecchi, Massimiliano Pompignoli, Michele Facci, Andrea Liverani, Gabriele Delmonte,  Maura Catellani e Fabio Rainieri.

(Luca Molinari)

Governo locale e legalità