Ambiente e territorio

8 marzo. Il ruolo delle donne nell’arte: la presidente Petitti inaugura il 2 marzo due esposizioni dedicate ad artiste del territorio

Martedì 2 marzo alle 12 la presidente dell’Assemblea inaugura le esposizioni dedicate a Lidia Puglioli e l’esposizione “L’emozione femminile nelle arti. Poetiche, tecniche e materiali nelle ricerche contemporanee in Emilia-Romagna” di 28 artiste contemporanee

Due esposizioni dedicate ad artiste del territorio per richiamare l’attenzione sul ruolo delle donne nell’arte. L’Assemblea legislativa, anche in occasione della Giornata internazionale della Donna, inaugura martedì 2 marzo alle 12, nei locali della sede di viale Aldo Moro 50 a Bologna, “L’emozione femminile nelle arti, poetiche, tecniche e materiali nella ricerca contemporanea in Emilia-Romagna” e un omaggio a “Lidia Puglioli” con 18 opere provenienti da collezioni private. All’apertura sarà presente la presidente dell’Assemblea, Emma Petitti.

L’Assemblea legislativa sostiene convintamente che non vi siano disparità di ruoli e valori, accogliendo nei propri spazi espositivi, due interessantissime esposizioni dedicate ad artiste che operano o hanno operato nel nostro territorio. In un periodo così difficile e problematico, il parlamento regionale vuole essere presente ed accanto a quelle figure che quotidianamente fanno della loro ricerca artistica una scelta di vita con grande senso di professionalità apportando quei valori culturali, quelle sensibilità che sono spesso alla base delle grandi trasformazioni sociali e culturali.

A queste donne e a tutte le donne sono dedicate le due esposizioni in contemporanea. Il percorso, unito in una sorta di “racconto sulle arti”, che attraversa le ricerche artistiche dal secondo novecento ad oggi, unisce numerose artiste con molteplici tecniche e materiali accompagnandoci in una riflessione che da personale diviene universale, che dalla Regione si apre al mondo.”

Le due mostre d’arte, la prima curata da Sandro Malossini, coadiuvato da Gloria Evangelisti, la seconda a cura di Sandro Malossini e Silvia Camerini, resteranno negli spazi espositivi del parlamento regionale fino al 30 marzo e saranno visibili online sul sito istituzionale.

Fino all’11 marzo, infatti, l’Emilia-Romagna è classificata zona arancione e a Bologna sono in vigore fino al 14 marzo ulteriori restrizioni legate alla zona “arancione scuro”: non sono quindi consentite visite a mostre e musei. Prima di inviare una richiesta di prenotazione per visitare le mostre, si invita a consultare la pagina del portale regionale dedicata alle misure anti-Covid oppure a contattare il Gabinetto di presidenza all’indirizzo: gabinettopresidenteal@regione.emilia-romagna.it

La mostra dedicata a Lidia Puglioli (1919-2013) è costituita di diciotto opere. Si tratta di oli su tela che vanno dagli esordi della ricerca informale, nel 1953, caratterizzata dai colori scuri che compongono la struttura generativa di ogni opera, fino alle esplosioni di oro degli ultimi anni, dove l’unione delle due forze si attrae e si unisce in un canto corale, capace di spegnere ogni disuguaglianza di natura.

Ventotto opere, di altrettante artiste, sono presenti nella mostra “L’Emozione femminile nelle arti. Poetiche, tecniche e materiali nelle ricerche contemporanee in Emilia-Romagna”. Un’indagine, non certo esaustiva e completa, di ciò che avviene in Regione, ma che guarda all’arte prodotta da donne come “arte”, senza attribuzioni a generi femminili o maschili. Poetiche, tecniche e materiali diversi convivono in questa mostra e nella produzione di molte di loro che complessivamente ben rappresentano l’arte dei nostri tempi, del nostro territorio.

Le opere esposte sono delle seguenti artiste: Carolina Alberghini, Karin Andersen, Philippa Helen Armb, Paola Babini, Lidia Bagnoli, Rosetta Berardi, Pinuccia Bernardoni, Alessandra Bonoli, Daniela Carletti, Mirta Carroli, Giulia Dall’Olio, Candida Ferrari, Marina Gasparini, Anna Girolomini, Federica Giulianini, Daniela Gullotta, Yumi Karasumaru, Massiel Leza, Antonella Mazzoni, Sabrina Mezzaqui, Silvia Naddeo, Laura Pagliai, Chiara Pergola, Greta Schodl, Ketty Tagliatti, Betty Zanelli, Irene Zangheri, Laura Zizzi.

 

 

 

 

Ambiente e territorio