Ambiente e territorio

Castaldini (Fi): fare chiarezza sugli insediamenti sul Reno a Bologna

“E’ impossibile, per il personale della Protezione Civile e dell’Autorità di Bacino, accedere all’argine per monitorare lo stato dello stesso e per eseguire manutenzione”

La Regione faccia chiarezza sugli insediamenti sull’argine del fiume Reno, in provincia di Bologna.

A chiederlo, in un’interrogazione, è Valentina Castaldini (Fi), che ricorda come “sull’argine est del fiume Reno all’altezza del “Parco degli Artisti” sono presenti alcuni insediamenti, per lo più orti e piccole coltivazioni delimitati da recinzioni e materiali di recupero come reti di letti, al cui interno sono presenti materiali di diversa natura, da recipienti a sedie e armadi. In caso di piena del fiume, i materiali depositati potrebbero essere trascinati via dalla forza dell’acqua e diventare detriti che ostacolano il deflusso dell’acqua, soprattutto in corrispondenza dei numerosi ponti a valle”.

Da qui l’atto ispettivo per sapere dall’amministrazione regionale “se in caso di piena del fiume potrebbe essere un problema la presenza di materiale, anche voluminoso, sull’argine e se il personale della Protezione Civile o dell’Autorità di Bacino abbiano segnalato criticità in merito all’area in oggetto”.

(Luca Molinari)

Ambiente e territorio