Ambiente e territorio

Ambiente. Zamboni (Europa Verde): stop alla nuova seggiovia al Corno alle Scale

La consigliera rilancia le preoccupazioni delle associazioni ambientaliste e chiede di abbandonare il progetto a favore della riqualificazione degli impianti esistenti

Sospendere il processo di autorizzazione per la realizzazione della nuova seggiovia “Polla-Lago Scaffaiolo” al Corno alle Scale, sull’Appennino bolognese, preferendo la riqualificazione degli impianti esistenti.

A chiederlo, in un’interrogazione, è la consigliera Silvia Zamboni (Europa Verde) che ripercorre tutte le tappe relative al progetto che riguarda il Comune di Lizzano in Belvedere (Bologna) e che coinvolge anche la Regione Emilia-Romagna, invitando a reinvestire i fondi risparmiati dal cambio di progetto per rilanciare il turismo montano, a partire dall’Appennino bolognese.

Da qui l’atto ispettivo per sapere dalla Giunta “per quali motivi il Masterplan partecipato non sia più stato considerato strumento utile a scegliere “l’ipotesi tecnica più coerente e percorribile” e quindi non si sia scelta l’alternativa di “Adeguamento “Direttissima” e nuova seggiovia “Direttissima – Cupolino” che, in quanto a fattibilità e sostenibilità, sia tecnico-amministrativa che economico-sociale, risulta preferibile e per quali ragioni un progetto così importante e che insiste su un’area delicata e protetta quale è il Parco Regionale del Corno alle Scale non sia sottoposto direttamente alla procedura di VIA ma sia nella fase di verifica di assoggettabilità a VIA (screening)”.

Per la consigliera di Europa Verde la Regione dovrebbe tenere conto anche delle “criticità sollevate nelle osservazioni pervenute da Legambiente Emilia-Romagna, WWF Italia Sezione Bologna Metropolitana e CAI Gruppo Regionale Emilia-Romagna, che meritano di essere esaminate da parte dei progettisti e delle Istituzioni” e, proprio anche alla luce di queste, chiede all’esecutivo regionale “se non ritenga opportuno sospendere la procedura di autorizzazione del progetto “Nuova seggiovia esposto ad ammorsamento automatico “Polla – Lago Scaffaiolo“, per rivalutare l’alternativa 4 del Masterplan (Adeguamento Direttissima e nuova seggiovia Direttissima – Cupolino), in quanto questa alternativa prevede la riqualificazione degli impianti esistenti e la realizzazione di un solo tratto della nuova seggiovia, risultando in tal modo più economica e meno impattante dal punto vista ambientale”.

(Luca Molinari)

Ambiente e territorio