COMUNICATO
Ambiente e territorio

Ambiente Rimini. Lega: bocciare il parco eolico

Il Carroccio rilancia l’allarme della Cooperativa pescatori e chiede alla Regione di intervenire sul governo

La Regione manifesti la propria contrarietà al governo rispetto al progetto di costruzione del parco eolico offshore di Rimini.

A chiederlo è la Lega con una risoluzione a prima firma del consigliere Matteo Montevecchi, in cui ricorda come “sono state sollevate forti critiche da larga parte del mondo produttivo e da tutto il comparto turistico, che considerano il progetto irricevibile a causa dell’impatto ambientale che l’installazione di questa centrale avrebbe sul paesaggio, ovvero un deturpamento in un territorio ad alta vocazione turistica, con conseguenziale alterazione della bellezza paesaggistica resa possibile proprio grazie alla mancanza di ostacoli visivi, nonché ricadute negative nei confronti delle attività della riviera legate al turismo”.

Gli esponenti del Carroccio invitano anche a tenere conto “delle preoccupazioni dei pescatori, come sottolineato dalla Cooperativa dei Lavoratori del Mare, per cui questo progetto, oltre a causare un impatto limitante sull’attività di pesca, potrebbe rischiare di pregiudicare la sicurezza della navigazione dei pescatori, soprattutto nei periodi invernali e con condizioni meteo marine sfavorevoli”.

Da qui la risoluzione per impegnare il presidente Bonaccini e la Giunta regionale “a manifestare la propria contrarietà rispetto al progetto di costruzione del parco eolico offshore al governo, in particolar modo al ministero delle Infrastrutture e dei trasporti nonché in tutte le sedi competenti”.

La risoluzione è stata sottoscritta anche dai consiglieri Fabio Bergamini, Daniele Marchetti, Simone Pelloni, Emiliano Occhi, Maura Catellani, Valentina Stragliati, Massimiliano Pompignoli, Fabio Rainieri, Andrea Liverani, Michele Facci, Stefano Bargi, Gabriele Delmonte Matteo Rancan.

Ambiente e territorio