COMUNICATO
Sanità e welfare

Covid. Lega: “Necessario accelerare le procedure di accertamento di fine quarantena”

I consiglieri hanno presentato un’interrogazione, a prima firma Michele Facci, per garantire una rapida riattivazione del ‘green pass’ a seguito della comunicazione di tampone negativo

I consiglieri della Lega (prima firma Michele Facci) interrogano la Giunta per sapere se “il servizio sanitario regionale ha recepito le ultime disposizioni normative (DL 229/2021) che determinano la cessazione della quarantena o di auto-sorveglianza a seguito della trasmissione dell’interessato del referto negativo del tampone, così da anticipare e/o sostituire la comunicazione di fine isolamento dei dipartimenti sanitari e permettere effetti immediati per gli interessati”.

Chiedono inoltre se “sia garantita la connessione con la piattaforma nazionale per poter ‘riattivare’ il green pass, a seguito della comunicazione di fine quarantena, e quali altre azioni il servizio sanitario regionale intende adottare per garantire, alle persone risultate positive o in quarantena precauzionale, la semplificazione e accelerazione delle procedure di fine isolamento”.

“Con il decreto legge 229 del 30 dicembre 2021 – hanno ricordato i consiglieri – il Governo ha introdotto alcune misure urgenti per contenere la diffusione del Covid oltre a disposizioni in materia di sorveglianza sanitaria, con particolare riferimento ai criteri per determinare il periodo di durata dell’isolamento e le modalità per accertarne la fine. Considerato che il ‘green pass’ sta diventando sempre più indispensabile per l’accesso ai servizi e a un numero elevato di attività, è necessario che la fine quarantena sia accertata il più rapidamente possibile”.

Oltre a Michele Facci l’interrogazione è firmata da: Stefano Bargi, Simone Pelloni, Fabio Rainieri, Valentina Stragliati, Maura Catellani, Gabriele Delmonte, Daniele Marchetti, Andrea Liverani, Massimiliano Pompignoli, Matteo Rancan, Emiliano Occhi.

(Lucia Paci)

Sanità e welfare