COMUNICATO
Imprese lavoro e turismo

Ferrara. Castaldini (Fi) in Commissione: “Includere il territorio comunale in Zona logistica semplificata”

L’assessore Andrea Corsini precisa che “è stata data priorità all’area portuale di Ravenna” ma “nei prossimi mesi verranno verificate tutte le proposte giunte dai comuni e avviata l’interlocuzione per la definizione del perimetro ‘Zona logistica semplificata’ (Zls)”

Includere l’area di Ferrara tra le Zone logistiche semplificate (Zls) con opportunità di agevolazioni e semplificazioni fiscali e burocratiche per le imprese del territorio, ad oggi esclusa dalla proposta dell’assessore Corsini. Lo chiede Valentina Castaldini di Forza Italia, che in Commissione Politiche economiche (presieduta da Manuela Rontini) ha sollecitato la Giunta ad avviare un confronto con il Comune di Ferrara per riconsiderare l’inclusione dell’area ferrarese nella Zls.

“In base a quali criteri è stata esclusa?”, sottolinea Castaldini. “La Zona logistica semplificata può rappresentare un’importante opportunità per attrarre investimenti e creare posti di lavoro diretti e indiretti. E il sistema produttivo di Ferrara è stato negli ultimi anni particolarmente indebolito a causa di mancate scelte politiche che hanno costretto la provincia a perdere importanti opportunità di crescita- aggiunge la consigliera- che chiede anche quali siano le tempistiche”.

L’assessore Andrea Corsini precisa che nella selezione delle aree da includere nella Zls “è stata data priorità all’area portuale di Ravenna e a tutte le zone produttive più prossime”. Sarebbe stata individuata nel perimetro della Zls, anche “l’area di Ostellato a Ferrara” e, a dicembre scorso, la Provincia di Ferrara avrebbe chiesto di valutare anche l’inserimento di altre aree, come quella del Polo chimico. “Nel corso dei prossimi mesi- conclude Corsini- verranno verificate tutte le proposte giunte dai comuni e avviata l’interlocuzione per la ridefinizione del perimetro delle Zls”.

(Giulia Paltrinieri)

Imprese lavoro e turismo