COMUNICATO
Sanità e welfare

Sanità Bologna. Facci (Lega): “Disservizi a carico dei disabili in presidio Ausl a Casalecchio di Reno”

“Una donna di Sasso Marconi è ancora senza carrozzina dopo che le è stata ritirata per una riparazione l’11 ottobre. Risulta carente, inoltre, anche il servizio di assistenza: si può telefonare solo dalle 9,30 alle 11 per cinque giorni la settimana”

Ancora nessuna risposta dal presidio dell’Ausl a Casalecchio di Reno, nel bolognese, per la carrozzina motorizzata, in riparazione, di una disabile. La Regione intervenga “per permettere alle persone con disabilità di ricevere un’assistenza adeguata e realmente inclusiva rispetto alle proprie esigenze quotidiane”.

La richiesta alla Giunta, con un’interrogazione, è di Michele Facci (Lega). Il consigliere espone il caso di una donna di Sasso Marconi che non riesce a riavere la propria carrozzina, ritirata l’11 ottobre per una riparazione. Alla Regione, Facci chiede “per quale motivo il Servizio di assistenza alle persone con protesi abbia una fascia di assistenza e disponibilità ridotta (quello del presidio Ausl di Casalecchio solo un’ora e mezza dal lunedì al venerdì, via telefono), del tutto insufficiente per garantire alle persone con disabilità un’assistenza continua e concreta”. L’Ausl ha fornito una carrozzina sostitutiva che non era adattata alle esigenze della donna e la sistemazione è stata fatta dai genitori.

Inoltre, continua Facci, dovrebbe essere previsto un servizio tecnico di emergenza “sempre reperibile (quindi anche nei giorni festivi, e in orari notturni), per le persone con disabilità utilizzatrici di ausili che potrebbero avere problemi di malfunzionamento in fasce orarie attualmente non assistite”. Questo, sulla base di quanto dichiarato dalla Regione nelle linee di mandato dove si afferma che “si intende potenziare il sostegno alle persone con disabilità e alle loro famiglie”.

A essere carente, infine, è il servizio assistenza per persone disabili (Ufficio Protesi) organizzato dall’Ausl, che “prevede solamente un’assistenza telefonica dalle 9,30 alle 11,00 dal lunedì al venerdì; il più delle volte, tuttavia, non è in grado di soddisfare le richieste di contatto”.

(Gianfranco Salvatori)

Sanità e welfare