COMUNICATO
Sanità e welfare

Sanità Reggio. Caso di stalking al Santa Maria Nuova, Galli (Fi): la Regione faccia luce

In un’interrogazione il consigliere chiede alla Giunta quali iniziative abbiano assunto i vertici aziendali dopo le denunce di una dipendente all’indirizzo di un dirigente suo responsabile

Interrogazione di Andrea Galli (Fi) su un presunto caso di stalking di cui sarebbe vittima, dal 2002, una dipendente dell’azienda ospedaliera Santa Maria Nuova di Reggio Emilia da parte di un dirigente dell’azienda ospedaliera, fino al 2006 responsabile del servizio in cui la dipendente lavorava.

La dipendente – riporta il consigliere – negli anni avrebbe presentato diverse denunce agli organi di pubblica sicurezza, intentato cause e segnalato per iscritto la sua difficilissima situazione lavorativa ai direttori generali dell’azienda ospedaliera, tanto che nel 2006, dopo un ricorso al Giudice del lavoro, la signora sarebbe stata spostata dai vertici aziendali, per incompatibilità ambientale, in altro servizio e in altro edificio. Il trasferimento, però, non avrebbe evitato alla signora di continuare a ricevere telefonate, minacce e lettere minatorie da parte dell’ex capo. Nella vicenda – segnala il capogruppo – sarebbe coinvolta, quale complice del dirigente, anche un’altra dipendente dell’azienda ospedaliera ed entrambi sarebbero stati rinviati a giudizio per reato di stalking, con udienza fissata il 25 giugno 2019.

Di qui l’intervento di Andrea Galli, che chiede alla Giunta regionale “quali iniziative abbia assunto l’azienda ospedaliera Santa Maria Nuova a seguito delle segnalazioni della dipendente e se corrisponda al vero che l’azienda ospedaliera abbia garantito tutela legale ai due dipendenti imputati e, in caso affermativo, per quali motivi”.

(Luca Govoni)

Sanità e welfare