COMUNICATO
Sanità e welfare

Sanità. Tagliaferri (Fdi): impedire il taglio al personale sanitario

Un’interrogazione prende le mosse da una nota inviata dalla Regione alle Ausl in cui si chiede la sospensione di nuove assunzioni e nuovi contratti flessibili

La Regione scongiuri ogni tipo di taglio sul personale sanitario: sarebbe un vero e proprio colpo basso e irrispettoso verso tutte quelle persone che da due anni stanno affrontando la pandemia con coraggio e impegno.

A chiederlo, in un’interrogazione, è il consigliere Giancarlo Tagliaferri (Fdi) che ricorda come “la Regione ordina alle Ausl la sospensione delle assunzioni e di nuovi contratti flessibili, come quelli a tempo determinato, la nota è stata inviata alle Ausl la settimana scorsa e prevede due eccezioni: l’arruolamento di personale per i reparti di emergenza (come i pronto soccorso) e le eventuali esigenze specifiche che riguardano l’emergenza Covid e la campagna vaccinale (in questo caso, però, ogni singola assunzione deve essere preventivamente autorizzata dalla Regione stessa)”.

Per Tagliaferri si tratta “di una decisione nata dalle difficoltà di bilancio (come dimostrano i buchi contabili delle Ausl) e dall’incertezza sui fondi che arriveranno da Roma per coprire le spese legate alla pandemia, sui quali, sottotraccia, c’è un braccio di ferro (a livello nazionale le Regioni lamentano minori risorse per 2,2 miliardi di euro, che significa centinaia di milioni in meno per l’Emilia-Romagna)”.

Da qui la richiesta di soluzioni nel merito del problema.

(Luca Molinari)

Sanità e welfare