COMUNICATO
Infrastrutture e trasporti

Trasporti. Fdi: “Misure innovative per garantire la sicurezza di passeggeri e personale viaggiante”

“La Regione guardi alle esperienze maturate in altri territori e porti il tema della sicurezza sui mezzi di trasporto pubblici all’attenzione della Conferenza Stato Regioni”

Il problema degli episodi di violenza e aggressione al personale viaggiante del trasporto pubblico locale su bus e treni della regione da parte di passeggeri è al centro di un’interrogazione presentata da Fratelli d’Italia. Nell’atto ispettivo si chiede alla giunta di valutare, nella definizione di nuovi contratti per l’affidamento del servizio di trasporto pubblico, l’obbligo di garantire la sicurezza e l’incolumità personale dei viaggiatori e del personale viaggiante da parte del gestore del servizio.

A tal proposito, Fdi richiama l’attenzione dell’esecutivo regionale su strumenti sperimentati in altre regioni: l’attivazione di un sistema di emergenza a disposizione degli autisti e del personale sia per quanto riguarda il trasporto pubblico locale su gomma sia per quello su rotaia realizzato in collaborazione con la Centrale Operativa del Numero Unico d’Emergenza europeo 112; la previsione di un servizio di vigilanza a bordo dei bus del trasporto pubblico locale e sui treni, attivo particolarmente in ambito serale, con azione di controllo e deterrenza di comportamenti che possono mettere a rischio la sicurezza e l’incolumità personale di utenti e lavoratori del settore.

Da qui la richiesta alla giunta di “quanti e quali episodi di violenza si siano verificati sui mezzi di trasporto pubblico in Emilia-Romagna da inizio anno, quanti ai danni di utenti e quanti nei confronti del personale viaggiante e se, al fine di mettere in campo efficaci misure di contrasto alla violenza sui mezzi di trasporto, la Regione abbia attivato un sistema di monitoraggio del fenomeno per verificare eventuali tratte critiche e tipologia di eventi (aggressioni, molestie, scippi); quali misure si intendano suggerire ai soggetti gestori del servizio e quali si abbia intenzione di intraprendere nell’ambito delle procedure di affidamento dei servizi di trasporto pubblico locale per assicurare condizioni di sicurezza e soluzioni organizzative di presidio e vigilanza dell’incolumità personale degli utenti e dei lavoratori del settore; se si ritenga che il tema della sicurezza sui mezzi di trasporto, in quanto condiviso, debba essere al centro di una speciale attenzione in seno alla conferenza Stato-Regioni”.

(Luca Govoni)

La comunicazione istituzionale del Servizio informazione dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna dal 21 luglio 2022 è soggetta alle disposizioni in materia di par condicio

Infrastrutture e trasporti