COMUNICATO
Infrastrutture e trasporti

Treni Piacenza. Tagliaferri (Fdi): potenziare sistema ferroviario della Bassa piacentina

“Si limiterebbe l’inquinamento causato dal trasporto su gomma e si renderebbe più agevole il trasporto pubblico, reso difficoltoso dalle disposizioni anti Covid”

La necessità di potenziare il sistema ferroviario della Bassa piacentina, sia per limitare l’inquinamento del trasporto su gomma sia per rendere più agevole il trasporto pubblico, reso difficoltoso a causa delle disposizioni anti Covid, specie in vista della prossima riapertura delle scuole, spinge Giancarlo Tagliaferri (Fdi) a presentare un’interrogazione in Regione.

Dal 2013 – riporta il consigliere – la linea ferroviaria Piacenza-Cremona è priva del servizio passeggeri e viene utilizzata unicamente per il trasporto merci, tanto che molte famiglie ne chiedono un urgente ripristino in vista della riapertura delle scuole. Da tempo, inoltre, ricorda l’esponente di Fdi, “sono più volte intervenuto per chiedere il ripristino della tratta che transita a Castelvetro, Monticelli e Caorso, inaugurata nel 1933 e parzialmente ricostruita nel 1944, priva di passaggi a livello e dunque particolarmente corta e veloce, così come svariate volte è stato suggerito dagli amministratori locali anche un serio potenziamento delle linee ferroviarie del territorio: Milano-Piacenza-Bologna, Torino-Piacenza e Piacenza-Cremona”. Infine, sottolinea il consigliere piacentino, “la linea che passa per Caorso, Monticelli e Castelvetro, dopo essere stata elettrificata, è utilizzata soltanto per lo sporadico transito di qualche treno merci”.

Da qui la richiesta di Tagliaferri alla Giunta di “prendere in considerazione, in accordo con Regione Lombardia, un incremento dei treni nella tratta ferroviaria Milano-Piacenza-Bologna e Torino-Piacenza nonché il ripristino del trasporto passeggeri sulla linea ferroviaria  Piacenza-Cremona”. L’esponente di Fdi domanda all’esecutivo regionale anche se “intenda potenziare la linea ferroviaria Cremona-Fidenza ripristinando le corse dei treni al posto di quelle di bus sostitutivi, in particolare ora di fronte alle disposizioni legate al Covid”.

(Luca Govoni)

Infrastrutture e trasporti