Imprese lavoro e turismo

Coronavirus. Tagliaferri (Fdi): misure straordinarie per gli agenti di commercio

Il consigliere ricorda che si tratta di una categoria di lavoratori su cui gli effetti della crisi si faranno sentire nel medio periodo

La Regione sostenga gli agenti di commercio. A chiederlo, in un’interrogazione, è il consigliere Giancarlo Tagliaferri (Fdi), che ricorda come in Emilia-Romagna ci siano 20mila agenti di commercio.

“Si tratta di persone che – spiega il consigliere – svolgono un lavoro in stretta connessione con le aziende del territorio e a queste sono legati da un doppio filo lavorativo ed economico: le aziende emiliano romagnole risultano tra quelle che hanno al momento subito una delle maggiori diminuzioni di fatturato a livello nazionale, creando contraccolpi a valanga che stanno influenzando negativamente tutta la filiera e il sistema produttivo in generale”.

Tagliaferri ricorda come “gli agenti di commercio abitualmente emettono fattura con scadenza trimestrale, situazione che ha portato la categoria a non risentire completamente degli effetti della crisi nel mese di aprile 2020 ma a iniziare invece solo ora a essere pesantemente toccata, con probabilità di esserlo ancora di più nei mesi a venire”.

Da qui l’atto ispettivo per sapere dalla Giunta “se non ritenga opportuno prevedere l’implementazione di misure di sostegno economico destinate alla categoria degli agenti di commercio (ATECO 46.1), sia a livello di contributo economico diretto che sotto forma di agevolazioni economiche all’attività lavorativa”.

(Luca Molinari)

Imprese lavoro e turismo