Sanità e welfare

Covid. Pelloni (Lega): “La Regione e le Ausl predispongano liste di riserva per la somministrazione dei vaccini”

Interrogazione del Carroccio in commissione sulla somministrazione a Modena del vaccino anti Covid a personale non sanitario e neppure a elevato rischio sanitario

Simone Pelloni (Lega)

Ha destato grande scalpore il caso verificatosi al centro vaccinale dell’ospedale modenese di Baggiovara qualche giorno fa. “Due medici e un volontario della pubblica assistenza – informa Simone Pelloni (Lega), primo firmatario di una specifica interrogazione che trae spunto dalla vicenda – sono stati sospesi dall’incarico perché la sera del 5 gennaio scorso hanno chiamato alcuni parenti per somministrare sei dosi di vaccino anti Covid avanzate a fine giornata.”

Il consigliere modenese ricorda poi come, “da protocollo, poiché le dosi di vaccino una volta scongelate hanno una durata di sole 6 ore, vengono contattati gli operatori sanitari che hanno dato la disponibilità a essere vaccinati al fine di non sprecare alcuna dose e perciò la somministrazione del siero ad altre categorie non risponde attualmente ad alcuna direttiva.”

A fronte delle dichiarazioni di biasimo registrate in seguito al comportamento tenuto dai tre sanitari e dalle inchieste aperte dal nucleo Nas dei Carabinieri e dalla stessa Ausl di Modena, Pelloni ricorda come le dosi di vaccino contro il Covid siano un bene comune di estremo valore, “data soprattutto la loro scarsa disponibilità e reperibilità è necessario che le somministrazioni vengano oggi indirizzate alle categorie più a rischio e maggiormente esposte al contagio.”

In virtù di quanto accaduto, l’esponente leghista chiede per quali motivi l’Ausl non abbia predisposto un sistema di controllo delle vaccinazioni e “per quali motivi non si stato predisposto un adeguato elenco di riserve alla somministrazione”. In via generale, infine, vuole sapere quali azioni verranno prese per evitare in futuro il ripetersi di tali episodi.

All’interrogazione hanno aderito anche i consiglieri della Lega Stefano Bargi, Fabio Bergamini, Valentina Stragliati, Daniele Marchetti e Matteo Rancan.

(Luca Boccaletti)

Sanità e welfare