Sanità e welfare

Piacenza. Intossicazione alimentare nella scuola di Castelvetro, Lega Nord: “chiarire la vicenda”

“La certezza sulla causa e sulle responsabilità si potranno avere solo a seguito dei test avviati” scrive un consigliere leghista

Attivarsi affinché simili episodi nelle scuole non si verifichino più. Lo chiede un consigliere della Lega Nord dopo il caso di presunta intossicazione alimentare avvenuto a Castelvetro piacentino nella scuola materna comunale “Il Nido del Po” e l’asilo nido “Il giardino di Alice”. Dopo il pranzo alcuni alunni avrebbe accusato malessere con nausea e vomito tanto che quattro bambini sarebbero stati trasportati subito al Pronto Soccorso pediatrico di Piacenza e altri quattro a quello di Cremona mentre “nelle ore successive al Pronto Soccorso pediatrico di Cremona – scrive il leghista -si sono presentati con mezzi propri un’altra trentina di alunni che manifestavano sintomi simili”.

Ora tutti starebbero bene – l’asilo nido è rimasto chiuso, mentre la scuola materna aperta senza servizio mensa- e sono in corso indagini  epidemiologiche e campionamento sugli alimenti sospetti. Sarebbe anche stata contattata l’azienda che si occupa di fornire gli alimenti alla mensa scolastica. “La certezza sulla causa e sulle responsabilità si potranno avere solo a seguito dei test avviati” scrive il leghista che chiede alla Regione di chiarire al più presto la vicenda.

(Francesca Mezzadri)

Sanità e welfare