Sanità e welfare

Sanità. Bertani (M5s): “Implementare ipertermia oncologica per cura tumori negli ospedali regionali”

Il capogruppo pentastellato rimarca che i pazienti emiliano-romagnoli, al momento, devono andare nelle Marche o rivolgersi a centri privati fuori dal territorio per una terapia del Servizio sanitario nazionale

Andrea Bertani (M5s)

Una terapia antitumorale “riconosciuta dal servizio sanitario nazionale”, ma che ancora non è del tutto praticata negli ospedali emiliano-romagnoli. Andrea Bertani del Movimento 5 stelle presenta una risoluzione sull’ipertermia oncologica, della quale chiede di “valutare l’implementazione nel sistema sanitario regionale e reperire professionisti esperti, così da dare una risposta positiva ai pazienti che oggi sono costretti a rivolgersi a strutture fuori dal territorio”.

Sono infatti circa 400 gli utenti che nell’ultimo triennio, spiega Bertani, si sono dovuti recare nei centri ospedalieri pubblici delle Marche per il trattamento e sono numerosi quelli che invece hanno preferito cliniche private. Far in modo che l’ipertermia venga inserita e pienamente praticata nella sanità emiliano-romagnola rappresenterebbe “un indubbio vantaggio sia per i pazienti che per l’incremento dell’attrazione verso il sistema sanitario regionale, creando un’immagine positiva del territorio”.

L’ipertermia oncologica non solo permette di ottenere benefici sulla malattia, andando a colpire le cellule tumorali, ma consente anche una migliore efficacia di chemio e radioterapia, se coincidenti nello stesso periodo. Come sottolinea Bertani: “Sino a pochi anni fa non esisteva la possibilità̀ di aumentare la temperatura del paziente senza creare rischi. Oggi, con le apparecchiature avanzate e le nuove conoscenze si può riscaldare il tumore senza determinare effetti collaterali importanti e con pochissimo pericolo”. All’estero è molto forte la ricerca sull’ipertermia, in particolare in Germania, “il paese europeo che più̀ di tutti investe su questa pratica clinica”, Svizzera e Olanda.

(Nicoletta Pettinari)

Sanità e welfare