Ambiente e territorio

Mastacchi (Rete civica): “Perché tolto il vincolo paesaggistico a un’area di Casalecchio di Reno?”

Interrogazione di Mastacchi (Rete Civica) sulla nascita di un parcheggio e l’ampliamento di un supermercato: “La Giunta dica se esiste un accordo di programma tra il Comune di Casalecchio di Reno e il Gruppo Coop”

La Giunta verifichi quali sono gli atti che tolgono i vincoli “per la costruzione del parcheggio da parte del Comune di Casalecchio di Reno, nel bolognese, utilizzato dai clienti del supermercato Coop e se corrisponde al vero l’esistenza di un accordo di programma, tra il Comune di Casalecchio di Reno e il Gruppo Coop, per la futura realizzazione dell’ampliamento del supermercato Coop”.

La richiesta è del consigliere Marco Mastacchi (Rete Civica) che, in un’interrogazione, vuole anche sapere se la Regione conosca i motivi “per cui è stata richiesta la rimozione del vincolo, istituito nel 1965 relativo all’area a ridosso del Condominio di Via Marconi a Casalecchio di Reno, e dei soggetti che hanno presentato tale richiesta”.

Attualmente, ricorda Mastacchi, il condominio di via Marconi 43-45-47-49, a Casalecchio, ha presentato un ricorso al Tar contro il Comune di Casalecchio, la Città metropolitana di Bologna e la Coop adriatica. Al centro c’è l’approvazione alla variante del Piano strutturale comunale (Psc) che renderebbe edificabile l’area “a ridosso del Condominio, sottoposta a vincolo paesaggistico ambientale e geologico dal 1965”.

Nel marzo 2020, la Commissione regionale per il paesaggio “ha espresso parere favorevole alla proposta di rimozione della “Dichiarazione di notevole interesse pubblico della Compagnia Immobiliare Lugano”, a Casalecchio. La Commissione, scrive Mastacchi, avrebbe accertato la “inesistenza del bene paesaggistico da tutelare fin dalla istituzione del vincolo paesaggistico di cui al decreto ministeriale del 23 Marzo 1965, ritenendo che l’emergenza geologica non sia oggi presente nell’area individuata dal Decreto e che il manufatto edilizio abbia probabilmente cancellato l’emergenza geologica stessa”.

Quindi, senza vincolo, si agevola la possibilità di costruire, “ma le argomentazioni addotte appaiono superficiali e opinabili”. Il Comune ha acquistato l’area nel 2007 e ha “un interesse particolare all’eliminazione del vincolo specifico”, conclude il consigliere. Oggi sono in corso i lavori del Comune per la realizzazione di un parcheggio e, in seguito a un accordo di programma tra l’ente locale e il Gruppo Coop, si vorrebbe destinare quella zona a un ampliamento del supermercato Coop.

(Gianfranco Salvatori)

Ambiente e territorio