Infrastrutture e trasporti

Si e Misto contestano il bando per l’affidamento dei bus scolastici nel reggiano

Secondo i consiglieri la base d’asta è stata ritenuta “talmente poco allettante da fare andare deserti ben 5 lotti”

Il bando indetto per l’affidamento del servizio di trasporto scolastico per 48 mesi, suddiviso in 9 lotti per un valore complessivo di 50.476.682,68 euro, finisce nel mirino di Sinistra italiana e gruppo Misto perché “alla chiusura del bando ben 5 lotti sono andati deserti, due hanno visto la partecipazione di una sola azienda e per i rimanenti hanno partecipato in due ciascuno”.

Inoltre, i consiglieri sottolineano come “nelle settimane scorse la Fita-Cna è intervenuta sulla questione sottolineando come nel capitolato di gara non si fosse tenuto conto della complessità delle elaborazioni richieste per l’offerta, ignorando segnalazioni in merito ad incongruità ed errori che rendevano molti lotti insostenibili dal punto di vista economico-finanziario”. Tanto che “per il lotto relativo ai comuni reggiani dell’unione Tresinaro-Secchia – dicono – Si e Misto – l’unica offerta è arrivata da un’azienda pugliese che è riuscita anche a presentare un ribasso attorno al 15%; Til, la società di trasporti reggiana, non ha partecipato al bando sottolineando come la base d’asta fosse ritenuta insufficiente a garantire una copertura dei costi fissi come ammortamenti, assicurazioni, rimessaggio e personale”.

Dunque i consiglieri interrogano la giunta per sapere “come sia stata calcolata la base d’asta, ritenuta talmente poco allettante da fare andare deserti ben 5 lotti, come si svolgerà ora il procedimento negoziale, quali saranno le tempistiche per l’affidamento del servizio e se sia previsto o meno un incremento dell’offerta e – infine – in riferimento all’Unione Tresinaro-Secchia, se il servizio potrà garantire sicurezza e qualità nonostante un ribasso di quasi il 15%”.

(Margherita Giacchi)

Infrastrutture e trasporti