Infrastrutture e trasporti

Treni. Disagi tratta Bologna-Verona, Facci (Misto-Mns): Regione intervenga

Il consigliere chiede alla Giunta come intenda risolvere ritardi e sovraffollamenti, “prevedendo in futuro un confronto periodico con le associazioni dei pendolari”

I disagi sulla tratta ferroviaria Bologna-Verona finiscono al centro dell’interrogazione presentata alla Giunta da parte del consigliere Michele Facci (Gruppo Misto-Mns).

“La Regione- chiede il consigliere nell’atto ispettivo- indichi gli interventi programmati sulla tratta al fine di ridurre il più possibile disservizi, ritardi e problemi di sovraffollamento”, in particolare per quanto riguarda “il treno IT regionale 2943 (partenza da Verona Porta nuova alle 6.05), che arriva a Bologna alle ore 7.36, e del convoglio Tper 6285 con partenza alle 7.25 da Poggio Rusco e arrivo a Bologna Centrale alle 8.22”. Inoltre la Giunta, specifica Facci, “preveda per il futuro un confronto periodico con le associazioni dei pendolari di tutte le tratte regionali, al fine di ricevere un’informativa concreta e costante su tutte le problematiche”.

Secondo quanto appreso dalle notizie di stampa, continua Facci, “la situazione nella tratta Bologna-Verona risulterebbe notevolmente peggiorata con l’entrata in vigore dell’orario invernale, che, insieme alla diminuzione del numero dei convogli, ha causato tempi di attesa di oltre 40 minuti tra un treno e l’altro nelle ore di maggior afflusso”.

(Stefano Chiarelli)

Infrastrutture e trasporti