Sanità e welfare

Tarasconi (Pd): pubblicare graduatorie bando per inclusione sordi; Baruffi: questione di giorni

L’interrogazione a risposta immediata è stata siglata anche da Manuela Rontini, Marcella Zappaterra, Francesca Maletti e Lia Montalti

“Questione di giorni”. Questa è la risposta del sottosegretario Davide Baruffi all’interrogazione a risposta immediata, presentata questa mattina in Aula da Katia Tarasconi, che chiedeva notizie sulla pubblicazione delle graduatorie del ‘bando per il finanziamento e il sostegno di progetti per l’inclusione sociale delle persone sorde, sordocieche e con disabilità uditiva”.

La consigliera del Partito democratico (prima firmataria dell’atto siglato assieme a Manuela Rontini, Marcella Zappaterra, Francesca Maletti e Lia Montalti) ha rimarcato in Assemblea: “Nella consapevolezza che questo bando si è aperto a dicembre 2019 e chiuso a febbraio scorso, quindi in concomitanza con l’avvio della pandemia, vorremmo sapere quando verranno rese pubbliche le graduatorie dei finanziamenti, la disabilità dei sordi è altamente invalidante e quindi c’è bisogno di interpreti. È importante riuscire nel più breve tempo possibile a pubblicare queste graduatorie e dare una risposta all’ente nazionale sorti”.

Richieste a cui il sottosegretario ha replicato spiegando: “L’istruttoria tecnica è terminata. L’atto è in fase di approvazione e finanziamento dei progetti, è in corso il controllo contabile e amministrativo. Siamo dunque in fase finale di approvazione. È bene ricordare, però, che il bando regionale non finanzia i livelli essenziali di assistenza, che rimangono in capo agli enti locali e alle aziende sanitarie. Il bando regionale prevede il sostegno a iniziative di carattere sperimentale, integrative rispetto ai sostegni che devono comunque essere garantiti nei vari ambiti”.

(Andrea Perini)

 

Sanità e welfare